Ci pensa Babbo Natale!

babbo_natale_2Questa ve la devo proprio raccontare.

Ancora mi fa male la mascella per quanto ho riso.

Ieri sera sono tornata a casa e, come sempre, ho guardato nella cassetta della posta. Tra i vari volantini c’era anche un catalogo di giochi. Pagine e pagine di giocattoli, tutte idee regalo per il Natale.

Ho posato il catalogo sul tavolo della cucina e sono andata in camera.

Luca: “Uahoo! Marco che fico questo libro. Dai scegliamo tutto quello che ci piace!”

Marco, che intanto stava sfogliando le prime pagine, gli ha risposto: “No Luca, ma che schifo! Sono solo cose per femmine… Ma poi,… perché le bambine si fanno regalare l’asse da stiro, l’aspirapolvere, il ferro da stiro e il carrello delle pulizie? Che se ne fanno?”

Luca: “Boh!”

Dopo qualche secondo Marco ha richiamato l’attenzione del fratello: “Luca, guarda qua. Adesso sì che si ragiona! Queste sì che sono cose belle! Guarda… Fico questo drone!”

Luca: “Sì, bello, ma perchè non prendiamo questa spada? Possiamo fare i combattimenti…”

Marco: “No, la spada non mi interessa…”

Intanto io ero tornata in cucina.

Luca: “Mamma, mi compri queste spade? Mamma, mi compri questo Quad?”

A quel punto Marco lo ha interrotto: “Luca… ma perché vuoi far spendere tutti quei soldi alla mamma! Fatti furbo, fra poco è Natale, chiedi tutto quello che vuoi a Babbo Natale!”

Luca: “Hai ragione, prendiamo carta e penna, io ti faccio vedere quello che voglio e tu scrivi. Facciamo la lista!”

Avevo le lacrime agli occhi, ma non potevo farmi vedere. Sono uscita fuori dalla cucina e ho cominciato a ridere a crepapelle. Tra me e me pensavo: “Ha più di otto anni…! Sono stata proprio brava a non fargli venire mai neppure il dubbio!”
Ed ero contenta soprattutto per Luca. A 5 anni bisogna credere alla magia del Natale. Ci credo ancora io che di anni ne ho ben 43!

Quando sono tornata in cucina ho visto la lista. Era stralunga. E c’era di tutto: dai Lego, al calcetto balilla (quello grande, professionale), al drone, alle ruspe, al Quad, ai giochi di società, al telescopio, alle scatole per diventare piccoli chimici, paleontologi, astronomi,…

Guardo la lista quasi spaventata e chiedo: “Marco sai quanti bambini ci sono su questa terra?”

Lui: “Perchè?”

Io: “Sono milioni! Se Babbo Natale dovesse portare una lista di doni così lunga ad ogni bambino, non gli basterebbe una eternità per costruire tutti quei regali!

Lui: “Quindi? Che mi vuoi dire?”

Io: “Che dovete scegliere sono un dono”

Lui: “Cosa? Uno solo? Non possiamo fare almeno due?”

A quel punto è intervenuto Luca: “Marco… ho io una idea: un regalo lo chiediamo a Babbo Natale e uno alla mamma”

Mi ha guardato e mi ha detto: “Mamma, per Natale almeno un regalino ce lo puoi fare?”

Adoro quei due marmocchi 🙂

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

6 risposte a “Ci pensa Babbo Natale!

  1. Fantastici Maria…mentre leggevo mi sembrava di vederli
    Asia purtroppo non ci crede più tanto ma visto che anch’io come te ci
    credo ancora continuo a parlarne. ..vedremo tra un po quando scriveranno la letterina a babbo natale.

  2. Maria che bello quando parli di questo aneddoti famigliari, ti immagino lì che ridi dietro la posta.
    Anche Eles inizia a fare qualche domanda sospetta, per ora sulla fatina dei denti.
    ma difenderò Santa Lucia finchè potrò!!! che poi tra l’altro io ci credo ancora! non voglio smettere questa magia! mia mamma mi faceva il regalo per Santa Lucia finchè non sono diventata mamma! anche se non ci credevo più da tantissimi anni, era cmq una bella magia, alla quale non voglio rinunciare…

  3. Maria troppo forte Marco….sempre pensato che e’ troppo avanti!!!
    Fede comincia un po’ a vacillare, mi rendo conto dalle domande che ogni tanto fa che non crede piu’ in maniera cosi’ convinta a Babbo Natale, ma e’ in quella fase di limbo ci credo/non ci credo dove non fa troppe domande. Comunque mi ha gia’ detto che questo we fara’ la letterina e che poi dobbiamo imbucarla…ha le idee molto chiare su cosa chiedere ed io di conseguenza per girare le sue richieste a nonni e zii…3 regali in tutto per cui ha fatto una selezione da una mega lista iniziale…
    @Stefano: bello il tuo commento ed hai ragione quando si ha un figlio la magia del Natale torna con tutta la sua carica di emozioni a volte un po’ nascoste dagli anni…

  4. ahahahha …. maria ………….. i tuoi figli sono davvero un mito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    e cmq il loro ragionamento non fa una piega !!! 🙂

    è troppo bello riuscire ad ascoltarli qnd parlano di queste cose convinti di non essere sentiti. l’anno scorso la sera prima di santa lucia sento riky ke dice a fede “è facile scoprire se è davvero santa lucia, basta guardare se manca l’erba, i biscotti li può mangiare la mamma, ma l’erba no …. se manca l’erba è stato per forza l’asinello di santa lucia” ….. 🙂

  5. Anche il mio bambino di otto anni crede ancora a Babbo Natale e anche Lui un anno fa mi ha detto che chiedeva le cose a Babbo Natale così non mi faceva spendere, Mai avrei tradito la sua fiducia per una mia punta di orgoglio. Ma ho cominciato, dicendo che era un regalo di mamma e babbo, a fargli dei regali “da grande” ad esempio una macchina fotografica tutta sua perchè fotografi quello che vuole ed io possa capire come lui vede le cose. Un giorno mi ha chiesto se avevo mai visto Babbo Natale, non quelli che recitano per le strade, ma quello vero, quello che arriva di notte. Gli ho risposto di SI, Ma non l’ho ingannato. Gli ho detto che anche lui lo vedrà, quando avrà un bambino. Perchè quando hai un figlio diventi tu Babbo Natale, perchè devi “portare meraviglia”, Ma questo non l’ho detto. Lo scoprirà da se. Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *