1 set

Bambini più intelligenti se a 7 anni sanno leggere bene

IE190-040Il segreto per aumentare a lungo termine l’intelligenza di un bambino? E’ lavorare molto precocemente sulle sue abilità nella lettura, in modo che il bambino già a 7 anni legga bene.

E’ quanto suggeriscono i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Child Development secondo cui bambini che a 7 anni o prima mostrano già spiccate abilità nella lettura, risultano poi costantemente più intelligenti negli anni a venire e non solo sul fronte dell’intelligenza verbale, ma anche in relazione a tante altre capacità cognitive.

Condotto da esperti dell’università di Edimburgo e del King’s College di Londra, lo studio indica l’insegnamento della lettura come una strategia fondamentale per potenziare l’intelligenza di un individuo. Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

29 ago

I seggiolini auto dei bambini? Più sporchi di una toilette

sleeping childQuante volte entrando in un bagno pubblico o in una toilette di un ipermercato avete detto ai vostri figli, raccomandandovi più e più volte: “Non toccate nulla”, “Non appoggiatevi”, “Lavate bene le mani”. Quante?
Immagino infinite volte, proprio come me!
E quante volte entrando in auto avete fatto le stesse raccomandazioni sistemando i piccoli sul seggiolino? “Alzate le mani”, “Non toccatelo e non provate neppure a sfiorarlo”…
Immagino mai.
E invece, incredibile ma vero, nei seggiolini per auto per bambini ci sono il doppio dei batteri che in una toilette. Leggi il resto di questo articolo »

La salute del bambino

29 ago

Chi si sente “onnipotente” scrive così

Livatino_Candida_balcone

Come scrive un narcisista? Uno che si sente quasi “onnipotente”, pieno di sè.
Una persona che non chiede, ma pretende. Che crede di saper fare tutto meglio degli altri, insomma un po’ megalomane.
E non ditemi che non vi è mai capitato di conoscere gente così…

Ebbene queste persone hanno una scrittura che in grafologia si definisce “solenne”.

Com’è? Ce lo spiega la nostra grafologa Candida Livatino: Leggi il resto di questo articolo »

Candida Livatino

28 ago

Le cose ricevute dall’ex si conservano o si buttano?

Sonia ci ha scritto:

“Vorrei farvi una domanda e chiaramente liberi di rispondere. 

Conservate gelosamente ancora, anche a distanza di lunghi anni, seppur sposati, con figli, innamorati del marito/moglie, un qualcosa di materiale delle storie del vostro passato?

Biglietti del cinema, lettere, email, petali di fiori schiacciati dai fogli di libri, foto, cartoline, dichiarazioni di amore,ecc…”

Questa mi è sembrata proprio una domanda da post! :)

Insomma, secondo voi, le cose ricevute dall’ex si devono conservare o buttare? Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

27 ago

Mamma o papà? No, la prima parola dei bebè sta diventando “tablet”

brother and sister with touch pad at home

Altro che “ma… ma… ma… mamma” e “pa… pa.. pa… papà”.
Ora la prima parola pronunciata dai bambini sta diventando “tablet”. Almeno per i piccoli inglesi.
Nel Regno di Sua Maestà infatti un bambino su otto al posto dei classici mum o dad pronuncia la parola “tablet”. A riferirlo sono i genitori stessi, che interpellati per un sondaggio che ha coinvolto in totale 3.614 persone, in un caso su otto hanno lamentato di aver sentito per la prima volta la voce dei loro piccoli riferirsi chiaramente al device elettronico e non a loro. Leggi il resto di questo articolo »

Il mondo del bebè

27 ago

Quando andare in bagno diventa un problema per i bambini: l’encopresi

wc girlSapete cos’è l’encopresi?
Ce lo spiega la nostra Psicologa Amica, la dottoressa Francesca Santarelli:
“Qualche settimana fa si è rivolta a me una mamma con una bambina di 6 anni che ad un certo punto ha iniziato a volersi rifiutare di fare la cacca. Prendo spunto da questa situazione clinica per parlare di un disturbo che riguarda molti più bambini di quanto crediate: l’encopresi. Leggi il resto di questo articolo »

La Psicologa amica

26 ago

Grazie mamma!

Scusatemi se approfitto del blog per fare dei ringraziamenti personali ad una lettrice assidua e per me particolarmente importante: MIA MADRE!

Ebbene, da quando le ho regalato lo smartphone (lo scorso aprile), lei ogni giorno si collega su Vivalamamma per leggere quello che scrivo.
Ieri pomeriggio mi ha chiamata chiedendomi: “Maria, come mai hai scritto solo poche righe oggi? Non vedo altro!”
E io: “Sì mamma, non ho avuto molto tempo da dedicare al blog!” Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

25 ago

Eccomi di ritorno!

Ciao a tutti!

Eccomi di ritorno dopo un lungo periodo di vacanza e relax!

Abbiamo lasciato in Puglia il sole, il caldo e il mare. Siamo arrivati a casa trovando circa la metà dei gradi centigradi.

Passare da 40 C° a 20 C° è stato un colpo! Ci dobbiamo ancora acclimatare bene.

Ma, se posso essere sincera, sono contenta di riprendere la mia solita routine.

In queste settimane abbiamo fatto tante cose, visitato tanti posti, ma anche mangiato tanto e bene.

Siamo stati una settimana nel Salento, vicino a Ugento, dove il mare è uno spettacolo puro.
Poi in campagna da mia mamma e poi ancora a Trani, a Napoli. E negli ultimi giorni in Abruzzo con una serata stupenda trascorsa a L’Aquila, una città che mi è rimasta nel cuore.
Ma vi racconterò tutto con calma!

E voi?

Come avete trascorso le vacanze?

 

 

Diario di mamma

15 ago

Un pessimista ed un ottimista possono stare insieme? Ce lo dice la grafologa

candida 449L’articolo della settimana scorsa sulla compatibilità fra due persone è piaciuto parecchio, così la nostra grafologa Candida Livatino, anche in questa giornata di Ferragosto, ci parla di coppie, questa volta però di affinità tra persone ottimiste e pessimiste.
Possono mai stare insieme due persone che hanno una visione così diversa della vita?
Ecco cosa ci dice Candida Livatino: Leggi il resto di questo articolo »

Candida Livatino

13 ago

Come togliere il pannolino?

Siamo in piena estate e molti di voi, di sicuro tutti quelli con un bebè di età compresa tra i 18 mesi e i tre anni, stanno provando, sperimentando lo svezzamento da pannolino.
L’estate è il periodo migliore, vero? Fa caldo, i bambini sono vestiti leggeri, spesso in costume, e anche se si bagnano si fa presto a cambiarli. Insomma in teoria il momento perfetto.
In teoria, appunto.

Ma nella realtà come si fa a togliere il pannolino?
Ce lo spiega la nostra psicologa amica, la dottoressa Francesca Santarelli. Leggi il resto di questo articolo »

La Psicologa amica