19 set

Chi scrive con un calibro piccolo difficilmente dice “Ti amo”

baby-playboyPer alcune persone non è semplice, anzi è veramente difficile, dire “TI AMO” al proprio compagno o compagna.
Alcune non riescono a pronunciare queste 5 lettere neppure in tutta la loro vita pur amando intensamente il proprio partner.
Ci sono altre persone, invece, che lo dicono con fin troppa superficialità.

Per capire se chi ci sta vicino appartiene alla prima o alla seconda categoria, basta osservare la sua grafia.
Ci spiega tutto la nostra grafologa Candida Livatino.

Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

18 set

Occorre dire sempre tutto al proprio bambino?

mother talking with her sonLa sincerità è al primo posto in ogni tipo di rapporto: nella coppia, con i figli, al lavoro.
Essere sinceri ripaga sempre.
Ma ai propri figli, soprattutto quando sono piccoli bisogna dire sempre tutto?
Se sono cose belle, sicuramente sì. Ma se invece sono notizie negative come una separazione, una morte, un licenziamento che si fa?
A dare una risposta a questa difficile domanda ci aiuta, come sempre, la nostra Psicologa Amica, la dottoressa Francesca Santarelli:
Leggi il resto di questo articolo »

La Psicologa amica

16 set

Un angolo di paradiso alle porte di Milano: l’Oasi di Sant’Alessio

Guardate queste foto e ditemi se non vi sembra un paradiso.

Sono certa che vi starete chiedendo: “Chissà dove si trova questo posto, chissà in quale parte del mondo!”
E invece si trova a pochi, pochissimi chilometri da Milano, nel pavese. E’ uno dei parchi naturalistici più piccoli d’Europa. Ma lasciatemelo dire, secondo me anche uno dei più belli.
Io l’ho scoperto per caso guardando un trasmissione in tv. Si parlava appunto delle riserve naturalistiche più belle d’Italia. Le immagini mi hanno incantata. E così sabato scorso siamo andati lì, all’Oasi di Sant’Alessio. Leggi il resto di questo articolo »

Diario di mamma, vacanze e gite

12 set

Il bambino è pronto per la prima elementare? Scopriamolo guardando i loro disegni

Primo giorno di scuola. Prima elementare.
Molti di voi si trovano in questa situazione. Quante volte vi siete chiesti: sarà pronto per questa nuova sfida?
Sicuramente tante e tante volte. Per avere una risposta a questa difficile domanda oggi ci aiuta la nostra grafologa Candida Livatino.
Basterà confrontare i disegni dei vostri bambini con quelli che Candida ha riportato come esempio per capire se i piccoli hanno lo spirito giusto per cominciare questa nuova avventura:

Leggi il resto di questo articolo »

Candida Livatino

10 set

Cos’è tradimento?

L’altra sera stavo guardando un film che si intitola Last Night.
Non so se lo avete visto. Ma in sostanza si tratta di una coppia di sposi che si amano, che sono felici, ma…

E in questo ma si intreccia la storia.
Lui, in trasferta per lavoro, si lascia sedurre dalla sua collega, molto avvenente. Alla fine si ritrova nel suo letto. Il resto lo potete immaginare.
Lei, per caso, in quella stessa giornata rivede il suo ex. Passano la serata insieme. Anche lei sta per lasciarsi andare, ma dopo una serie di coccole, baci, abbracci, dice di NO. Non se la sente di andare oltre. In cuor suo, però, sa che non smetterà mai di amarlo.

La domanda è: anche questo si può considerare tradimento? Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

10 set

Compiti a casa? Mio figlio mi fa disperare!

santarelli6Il tema che affronta oggi la psicologa amica, la dottoressa Francesca Santarelli, direi che mi tocca molto da vicino.

Stamattina anche la scuola di Marco ha riaperto i cancelli. Comincia per noi l’avventura della seconda elementare. Dico per NOI e non solo per LUI, perché l’andamento scolastico è un argomento che riguarda tutta la famiglia e me in particolare sul fronte compiti a casa.
E la parola fronte non l’ho usata a caso. I compiti sono “un fronte di battaglia” che ogni weekend ci vede in prima linea.
So già che da qui a qualche giorno riprenderemo il solito tira e molla: “Marco sbrigati, Marco non ti addormentare sul quaderno, Marco datti una mossa…”
Speriamo solo che quest’anno vada meglio.
In ogni caso cercherò di fare tesoro dei consigli della dottoressa Santarelli.

Ecco cosa ci dice:
Leggi il resto di questo articolo »

La Psicologa amica

8 set

Si torna a scuola, ecco i consigli di Tata Lucia

In questi giorni, in maniera scaglionata, in tutta Italia riaprono i cancelli di nidi, scuole materne, elementari e medie.

Ma i nostri figli sono pronti, dopo la lunga pausa estiva, a ricominciare?

Come possiamo aiutarli a recuperare le loro abitudini?  Come possiamo trasmettergli il giusto entusiasmo per affrontare al meglio l’anno scolastico?

Tata Lucia (Lucia Rizzi, ospite di Federica Panicucci, a Mattino5), ci dà qualche utile consiglio per ricominciare la scuola con il piede giusto. Leggi il resto di questo articolo »

Il mondo del bambino

5 set

Perché siamo attratti più da alcuni colori che da altri?

colori

Vi siete mai chiesti che cosa ci spinge a scegliere un colore piuttosto che un altro quando compriamo un abito o una maglietta?
Sicuramente, tra i vari fattori, c’è anche l’umore del momento, magari anche la stagione, il tempo (se c’è sole o pioggia).
Ma indipendentemente da questi fattori più contingenti, inconsciamente siamo più attratti da alcune tonalità.
Perchè? Cosa c’è dietro?
Per ogni colore c’è una spiegazione. La nostra grafologa Candida Livatino ci svela qual è. Leggi il resto di questo articolo »

Candida Livatino

4 set

Nausee in gravidanza? Un toccasana per il feto

gravidanzaQuesta notizia farà sicuramente piacere a tutte quelle future mamme in dolce attesa, magari alle prime settimane e in preda a nausee e vomiti.
Ebbene tutti questi fastidi, quasi insopportabili per molte donne, potrebbero avere un lato positivo: sembra che facciano bene al bebè.

Si tratterebbe infatti di sintomi correlati con uno sviluppo più sano del feto, esposto meno a malformazioni, a problemi di crescita, e ad un più basso rischio di aborto. Leggi il resto di questo articolo »

Arriva la cicogna

1 set

Bambini più intelligenti se a 7 anni sanno leggere bene

IE190-040Il segreto per aumentare a lungo termine l’intelligenza di un bambino? E’ lavorare molto precocemente sulle sue abilità nella lettura, in modo che il bambino già a 7 anni legga bene.

E’ quanto suggeriscono i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Child Development secondo cui bambini che a 7 anni o prima mostrano già spiccate abilità nella lettura, risultano poi costantemente più intelligenti negli anni a venire e non solo sul fronte dell’intelligenza verbale, ma anche in relazione a tante altre capacità cognitive.

Condotto da esperti dell’università di Edimburgo e del King’s College di Londra, lo studio indica l’insegnamento della lettura come una strategia fondamentale per potenziare l’intelligenza di un individuo. Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma