27 mar

Le gambe nei disegni dei bambini

candida_500px

Continuiamo a parlare di disegni, continuiamo a parlare di bambini con la nostra grafologa Candida Livatino che oggi ci spiega come interpretare le gambe disegnate dai piccoli artisti.

Gambe corte? Gambe lunghe? Gambe incrociate?

Ecco cosa significano:

Leggi il resto di questo articolo »

Candida Livatino

27 mar

Cosa facciamo nel weekend?

La primavera è arrivata, le temperature si stanno alzando, il sole si sta affacciando con timidezza.

E’ tempo di uscire, di fare le gite fuori porta, di godersi il weekend con i propri figli, ma come?

Se avete iniziative da segnalare… potete scrivere dei commenti o mandarmi e.mail all’indirizzo vivalamamma@mediaset.it.

Io intanto vi dico che riaprono, finalmente, tanti parchi divertimento.

leolandiaSabato 28 marzo inaugura la nuova stagione Leolandia, il parco divertimenti di Capriate, e lì prende vita, per i più piccini, il Mondo di Peppa Pig.
Si tratta di un’area di 2.500 mq in cui, ad ogni passo, succede qualcosa di inaspettato: i bimbi saranno coinvolti da esperienze interattive che li faranno davvero sentire parte del mondo della loro beniamina.
Ad attenderli: la casa della famiglia Pig con le sue stanze da esplorare; la macchina di Papà Pig parcheggiata in pendenza; il parco giochi di Peppa e George, in cui scatenarsi come non mai; il giardino con le pozzanghere di fango per saltare, il cantiere del Sig Toro, dove fervono sempre i lavori e, naturalmente, Peppa e George, che aspettano tutti i bambini per fare una foto e divertirsi con loro.
Ma non finisce qui: ad attendere gli ospiti quest’anno ci sono anche 4 nuovi spettacoli: l’Allegra Fattoria, con la scoperta dell’affascinante mondo dei pappagalli di Leolandia; Fiesta al Saloon, per vivere il west a suon di musica messicana; Assalto al Galeone, la nuova avventura piratesca e La Bussola del Mare. E se non vi basta, c’è anche tutto il divertimento di 39 attrazioni incluse nel biglietto d’ingresso. Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

26 mar

La dislessia: come riconoscere se il proprio figlio ha un disturbo dell’apprendimento

dislessiaOggi scippo. Sì, scippo un articolo, anzi due, dal blog della mia amica Marta Ferrari: FamilyLife.
Lei ha affrontato, insieme alla dottoressa Taddei, un tema a me molto caro e che, mi sono accorta, interessa tantissimi genitori con i figli in età scolare.
Come si fa a capire se il proprio bambino ha un disturbo dell’apprendimento (DSA)?
Come si può capire se si tratta di un piccolo studente con problemi di dislessia, discalculia, disortografia, disgrafia?
Ovviamente solo gli esperti lo possono stabilire con certezza, ma ci sono dei campanelli d’allarme che noi genitori possiamo riconoscere. Ecco quali: FATTORI DI RISCHIO E CAMPANELLI D’ALLARME

Leggi il resto di questo articolo »

La salute del bambino

25 mar

Ma perché un bambino inizia a fare il bullo?

bulliLa settimana scorsa abbiamo parlato del bullismo e dei fattori che possiamo imparare per osservare con attenzione i nostri figli e capire se possono essere vittime dei bulli all’interno della loro scuola.
Oggi la dottoressa Francesca Santarelli, la nostra psicologa amica, affronta lo stesso tema, ma da un’altra prospettiva: perché si diventa bulli?
Leggi il resto di questo articolo »

La Psicologa amica

20 mar

Proteggiamo la vita dei nostri figli: portiamo la sicurezza sulle nostre tavole

Il chicco d’uva, la mozzarella, il prosciutto crudo, il wurstel, le ciliegie, le caramelle gommose.
Tutti cibi che spesso si trovano sulle nostre tavole e che i nostri figli mangiano.

Eppure, proprio questi cibi, a volte possono anche costare la vita ai bambini.

In studio a Mattino5, ospite di Federica Panicucci, il medico Istruttore Rianimazione Pediatrica Marco Squicciarini ha spiegato come portare la sicurezza a tavola, ossia come far mangiare in assoluta sicurezza questi alimenti ai bambini.

Un esempio? Il wurstel come lo tagliate? A rondelle? Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

20 mar

Le mani nei disegni dei bambini

mani

 

Le mani. Come disegnano i bambini le mani?
Da piccoli sono delle linee, poi diventano dei salsicciotti. Poi dopo gli otto anni cominciano a prendere forma, ad assomigliare a delle vere mani.
Ma ci possono essere tanti modi per rappresentarla. Si può disegnare una mano aperta, un pugno, una mano chiusa. Oppure ci sono dei bambini che “dimenticano” di disegnare le mani.

Ognuno di questi esempi ha un significato ben preciso. E oggi la nostra grafologa Candida Livatino ci spiegare qual è:

Leggi il resto di questo articolo »

Candida Livatino

19 mar

I pensieri dei vostri bambini per il loro papà!

Gli auguri ai papà dai bambini della scuola dell'infanzia l'Aquilone di Sassari

 

Mandatemi i lavori dei vostri bambini: vivalamamma@mediaset.it

Viva la mamma

19 mar

Auguri a tutti i papà!

festa_del_papaMarco: “Mamma, oggi è la festa del papà e il mio non c’è stamattina, uffa che peccato!”

Io: “Marco, non ti preoccupare, papà torna stasera, lo festeggeremo al suo ritorno”

Marco: “Sì, ma io gli volevo preparare una colazione buonissima con plumcake e marmellata di more, fette biscottate e tanti cuoricini…”

Io: “Lo faremo sabato mattina che abbiamo più tempo… ”

Marco: “Allora per sabato mattina gli preparerò la torta con le mele che gli piace tanto”

Luca: “Io invece ho preparato per papà  un regalo e una poesia. Abbiamo fatto tutto a scuola”

Io: “E allora mi dici la poesia?”

Luca: “Eh…, mica me la ricordo! E’ scritta su un foglio, se vuole se la legge”

Marco: “No, facciamo così… gliela leggo io che so farlo…”

Io: “Va bene, oggi pomeriggio ci prepariamo e andiamo a comprare anche le zeppole. Ma ora vi volete sbrigare che dobbiamo uscire per andare a scuola?”

E così, con un pensiero verso il papà, ma senza il papà presente, è cominciata questa nostra giornata.

Ci rifaremo stasera tra baci e coccole.

Ma permettetemi di fare gli auguri a tutti i papà, a quelli che sono presenti e a quelli che guardano i loro figli da lontano, a volte, purtroppo, da troppo lontano.

E “AUGURI” di cuore anche al mio di papà, che vive a mille chilometri di distanza da me. Un uomo grande, meraviglioso, parco di parole, ma infinitamente generoso.

A lui un bacio infinito, un abbraccio virtuale e un GRAZIE PAPA’!

Diario di mamma

18 mar

Come aiutare i figli vittime di bullismo

bullismo
La settimana scorsa con la dottoressa Francesca Santarelli abbiamo parlato di fobia scolare, ossia di quando un bambino non ha più tanta voglia di andare a scuola.
La psicologa, volutamente, non ha affrontato un argomento difficile, spinoso che è quello del bullismo, perché merita un’attenzione particolare.
Una mamma, però, ha chiesto alla nostra psicologa di parlare esplicitamente anche di bullismo.
Ecco che cosa ci racconta:

Leggi il resto di questo articolo »

Viva la mamma

17 mar

La prima gara di Taekwondo

taek2
C’è una prima volta per tutto. E domenica scorsa per Marco è stata la sua prima volta in una gara di Taekwondo
Si è battuto con bambini che non conosceva e che non aveva mai visto prima.

Sono sincera, quando l’ho iscritto a Taekwondo non conoscevo molto di quest’arte marziale. Per me era un modo per fargli fare un po’ di sport, un po di movimento. E speravo che imparasse anche a rispettare le regole, insomma la disciplina.
Mai avrei immaginato di assistere a combattimenti dove se le danno di santa ragione. Calci e pugni a volontà. Certo, sempre rispettando le regole. Ma di cazzotti e piedate sempre si tratta!

Domenica ho assistito proprio a scene di questo tipo.

In un padiglione immenso di una fiera, in provincia di Bergamo, erano riunite tutte le varie arti marziali. E vi assicuro che ne ho visto delle belle. Leggi il resto di questo articolo »

Diario di mamma