Back to…

Ieri sera, durante la cena, tra una chiacchiera e l’altra mio marito mi ha detto: “Sai, oggi ho fatto un giro sul tuo Blog”.
Io: “Sul mio blog? Sigh! Non lo aggiorno da un po’. Non ho più tempo di scrivere e forse mi sta passando anche l’ispirazione!”

Lui: “Che tristezza che mi fa questa cosa. Hai impiegato anni e anni per farlo crescere, diventare un bel blog. Era bello leggere le storie di casa nostra (quelle che si possono raccontare e condividere 😉 ), divertente andare indietro nel tempo e ricordare le storie dei nostri figli. In qualche modo era anche il nostro diario. E ora lo lasci morire così! Proprio una tristezza!”

Ha ragione. Eppure di storie da raccontare ce ne sarebbero tante. Ma è difficile riprendere.
Io ho sempre dato la colpa al tempo. Ma forse non è proprio così.
Il tempo per farmi qualche partitella ai giochi sul tablet lo trovo. Quella di leggere qualche pagine di un libro anche.
Forse quello che mi manca è la voglia di scrivere e raccontare.
I bambini ormai stanno diventando ragazzi. Stanno cambiando, stanno crescendo.
Marco ha già spento lo scorso luglio le sue prime 10 candeline.  
La vita della mamma alle prese con i pannolini, il ciuccio, il biberon, le notti insonni, i passeggini … mi sembra così lontana.
E, se devo dirla tutta, sono così felice che sia passata!

Piano piano mi sto anche liberando di tutto l’arredo e il corredo dei bimbi piccoli. Ho già regalato tutti i vestiti,  la culla, alcuni seggiolini per l’auto, bici piccole, un po’ di giochi… ma ancora il garage abbonda di cose ormai in disuso, da passare a chi ne ha bisogno.

Ora le preoccupazioni sono altre. E si avvicina il momento del back to…

Back to school, back to sport, back to… all.

Settimana prossima ripartono già le attività sportive. Fra due settimane riparte la scuola, e poi i compiti, i compleanni degli amichetti, e tutto il resto… e io? Ancora non ho una tata! Ahhhhhhh….. 

Sono sempre più convinta che il back to… pesi più su noi genitori che sui bambini.

Comunque buon “back to… a tutti e a presto (spero! 😉 )

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

11 risposte a “Back to…

  1. CIAO MARIA
    IN EFFETTI IL BLOG E’ DA UN PO’ CHE NON VIENE AGGIORNATO CON REGOLARITA’ E INFATTI GIA’ TEMPO FA AVEVO CHIESTO COME MAI….
    MI SPIACE TANTO …ANCHE ADESSO DOPO LE FERIE ERO ABITUATA A LEGGERE QUALCHE RACCONTO DELLE TUE VACANZE…
    RICORDO ALCUNI ANNI FA QUANDO HAI RACCONTATO DI ALCUNI GIORNI A MUGGIA TRIESTE DOVE AVEVI ALLOGGIATO COSA AVEVI VISTO , TANTO CHE HO PRESO SPUNTO E HO PRENOTATO NELLO STESSO HOTEL E VISITATO ALCUNI POSTI CHE CITAVI IN QUEL POST…
    E’ VERO I FIGLI CRESCONO MA DA RACCONTARE CI SONO SEMPRE TANTE COSE OGNI ETA’ E PERIODI HANNO I PRO E I CONTRO…
    SPERO DI RITROVATI …
    CIAO

    • Ciao Desiree… e come è andata? Ti è piaciuta la vacanza?
      Non ricordavo più di aver scritto di Muggia… mi hai fatto tornare in mente tante cose belle! Quelle zone mi sono piaciute tantissimo!

      • CIAO
        E’ ANDATA BENISSIMO HO RICORDI STUPENDI…MUGGIA HO MANGIATO DEL BUON PESCE..TRIESTE ..IL CASTELLO DI MIRAMARE…GROTTE DI POSTUMIA..CASTELLO DI PREDJAMA
        RICORDI BELLISSIMI
        SE NON AVESSI LETTO IL TUO POST NON SAREI RIUSCITA AD ORGANIZZARMI UNA GITA DI 3/4 GIORNI COSI’ BELLA…
        CIAO

  2. anche io la penso come CriCri, ho commentato qualche volta in passato ma comunque leggevo spesso con interesse tanti articoli. Ora vedo solo una serie di argomenti poco stimolanti al dibattito e articoli sulla grafologia che a me non interessano per nulla..che, se posso dirlo ..ma non posso non farlo perché è più forte di me, commenta sempre e solo un certo giacomo tulumello ..
    detto ciò..forza!;-) 😉

  3. Ciao Maria,
    tuo marito ha pienamente ragione.
    In tutta sincerità è una tristezza vedere il blog vuoto così o, consentimi, con articoli non interessanti (almeno x me) o peggio da “tappabuchi”.
    Tutto cambia, si evolve, anche i genitori crescono ed è bello condividere gioie/paure/incertezze/diversità di opinione.
    Certo ci vuole la volontà in primis, xkè senza quella effettivamente non si va da nessuna parte.
    Di “blocchi” di blogger rampanti ne ho vissuti parecchi nel corso degli anni, ma assistere a questo di blocco mi spiacerebbe enormemente 🙁
    Forza Maria ritrova la tua vena artistica e l’entusiasmo di qualche tempo fa…noi ti aspettiamo con gioia.
    Baciiii

  4. @maria, provo anche io la stessa cosa per il mio blog, che spesso trascuro. e ovviamente mi annoio a leggere quelli a tema “mammesco” perchè ormai, per fortuna non mi riguardano più. o meglio mi riguarderebbero ma con altri argomenti. che nessuno tratta. e allora perchè non farlo noi, mamme di “figli grandi”? il mio primogenito la prossima settimana comincerà la prima media. e per la prima volta in tanti anni vorrei che le vacanze non finissero…

  5. Ciao Back Maria!!! è il caso di dirlo ultimamente il blog è un po trascurato ( x ovvi motivi tuoi ) però ha ragione Silviafede NON MOLLARE!!! adesso non si parla piu di tante cose diq aundo i bimbi erano piccoli però i bimbi crescono e anche avere un supporto nell’età diciamo piu adulta aiuta sempre .
    ad esempio il mio che ha quasi 8 anni è una polemica unica su tutto e x tutto, assorbe tutte le cazzate dette dai compagni e non le mie ,,, consigli??????????????????? spunti???????????????

    • Eh Ginger70…purtroppo è abbastanza normale voler dimostrare il proprio “io”, le proprie idee specialmente se diverse in tutto da quelle della mamma. Consiglio? Solo uno: cercare di fargli capire che ciò che dicono i suoi compagni non è oro colato e che spesso gli altri parlano x convenienza e si comportano da gregge x paura di esternare ciò che pensano realmente e x paura di essere “tagliati fuori”. Gli farei capire che pensare con la propria testa ed agire di conseguenza, è meglio di seguire ciò che dice un pinco pallino qualsiasi.
      Se capisse questo x me sarebbe già un passo avanti.

  6. Eh Maria qui ci serve la tua esperienza!!!! scrivi scrivi scrivi che poi noi prendiamo spunto da te! Purtroppo io sono ancora nel mezzo di pannolini e ciucci e biberon e passeggini e …. guinzagli! ;P Quindi seguo passo per passo le tue esperienze!.
    e forza Maria riuscirai a far combaciare tutto come sempre!
    Back to school: finalmente! tre mesi di “vacanza” da scuola sono troppi. Secondo me va rivisto il calendario scolastico….

  7. Maria non ci lasciare!!!! Ha ragione tuo marito che e’ sempre molto saggio, questo blog e’ diventato un luogo familiare per molte di noi, e sono sicura che oltre a chi scrive c’e’ una moltitudine di persone che lo leggono e si appassionano alle carie vicende e agli argomenti trattati…
    Il bello del tempo che passa e’ che si possono affrontare tematiche diverse, avendo comunque come bagaglio l’esperienza passata che puo’ essere d’aiuto ai neogenitori….quindi non mollare Maria e soprattutto BACK TO VIVALAMAMMA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *