E’ Elisa Marcuccini la “Miss Mamma Italiana 2015”

Miss Mamma Italiana 2015 Elisa Marcuccini

E’ Elisa Marcuccini la “Miss Mamma Italiana 2015”.
Trentatreanni, parrucchiera, di Montefelcino (PU), è sposata da 8 anni con Manuel Tramontana ed è mamma di Bianca di 3 anni.

A lei la fascia più ambita del concorso che non vuole premiare solo la bellezza, ma intende valorizzare il ruolo della mamma come donna impegnata in famiglia, nel lavoro e nella società.
Le 19 mamme finaliste infatti hanno sfilato prima con abiti che rappresentavano la loro personalità poi in costume da bagno ed hanno sostenuto una prova di abilità (come cantare, ballare, cimentarsi in esercizi ginnici e in varie prove creative coinvolgendo il marito ed i figli).

La giuria, presieduta dal Sindaco della città di Gatteo, Gianluca Vincenzi, ha proclamato vincitrice, con la fascia e la corona di “Miss Mamma Italiana 2015”, appunto, Elisa Marcuccini. Capelli lunghi rosso rame, occhi marroni ed un fisico perfetto (è alta 170 cm per 58 kg di peso), donna solare, simpatica, comunicativa, molto affascinante e dolcissima, con l’hobby della danza del ventre e di fare lunghe camminate all’aria aperta e con il sogno di poter avere altri figli.

Parlando di se, la nuova miss ha detto: “Il tratto principale che mi contraddistingue è quello di essere molto sensibile; il mio pregio è la determinazione, mentre il mio difetto è essere testarda; odio l’ipocrisia, il mio colore preferito è il rosa “cipria”, mi piacciono i cani ed il mio piatto preferito sono le lasagne, il mio attore preferito è Richard Gere, mentre il mio cantante preferito è Vasco Rossi”.

Elisa, parlando della sua “avventura” a “Miss Mamma Italiana”, ha detto: “E’ stata una bella esperienza, una vittoria inaspettata, che dedico a mia figlia Bianca, è una grande soddisfazione, sono felice di rappresentare la bellezza delle mamme italiane, una bellezza non solo a livello estetico, ma un mix di dolcezza e gioia di essere mamma”.

Le altre fasce assegnate sono:
“Miss Mamma Italiana DAMIGELLA D’ONORE”  SONIA PAOLI, 40 anni, imprenditrice, di Camaiore (LU), mamma di Federico di 8 anni;
“Miss Mamma Italiana FASHION” ILARIA GIORGINI, 32 anni, tecnico di radiologia, di Falconara Marittima (AN), mamma di Gaia di 4 anni;
“Miss Mamma Italiana RADIOSA” JESSICA TACCHI, 33 anni, estetista, di Faenza (RA), mamma di Nicholas di 7 anni;
“Miss Mamma Italiana DOLCEZZA” STEFANIA CARRANO, 30 anni, casalinga, di Gradisca di Isonzo (GO), mamma di Agnese e Riccardo di 5 e 3 anni;
“Miss Mamma Italiana ROMANTICA” NATALYA ODUD, 43 anni, commerciante, di origini russe, residente a Lugo (RA), mamma di Liliana di 19 anni;
“Miss Mamma Italiana GLAMOUR” LUCIA DI PAOLA, 35 anni, casalinga, di Barletta (BAT), mamma di Angelo e Vittoria di 12 e 6 anni;
“Miss Mamma Italiana SOLARE” BARBARA PROCELEWSKA, 33 anni, casalinga, di origini polacche, residente a Padova, mamma di Vittorio, Jessica e Riccardo di 12, 5 e 4 anni;
“Miss Mamma Italiana IN GAMBE” DIANA SANTARELLI, 31 anni, militare, di Viterbo, mamma di Giorgia e Viola, di 5 e 2 anni;
“Miss Mamma Italiana ELEGANZA” ANTONELLA FIORENTINI, 44 anni, insegnante di sostegno, di Lanuvio (RM), mamma di Valentina e Nicole di 19 e 12 anni;
“Miss Mamma Italiana SORRISO” SABRINA BRUNI, 42 anni, infermiera professionale, di Artena (RM), mamma di Lorenzo ed Arianna di 11 e 10 anni;
“Miss Mamma Italiana SPRINT” FRANCESCA FRANZINI, 33 anni, commessa, di Grosio (SO), mamma di Iris di 2 anni;
“Miss Mamma Italiana ARIANNE” MONIA PARMIGIANI, 41 anni, imprenditrice, di Montegranaro (FM), mamma di Linda di 13 anni.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

9 risposte a “E’ Elisa Marcuccini la “Miss Mamma Italiana 2015”

  1. Buongiorno.
    @ CriCri.
    Madre da ricovero ? lei è una mamma da Oscar. Non tutte avrebbero preso in mano la situazione,affrontando le paure e i problemi della figlia. Di questo, deve esserne fiera. Purtroppo le cose non finiscono sempre così e spesso assistiamo a delle grandiose sconfitte. Oltre vent’anni fa, mia figlia veniva derisa in classe per qualche kilo di troppo. Io ho fatto come lei. Ho preso in mano la situazione e le stesse persone che prendevano in giro mia figlia, nel tempo sono diventate i migliori amici di mia figlia. Per quanto riguarda i concorsi, avrei qualche cosa da farle notare. Mi accenni a un concorso che abbia vinto una ragazza, con qualche kilo di troppo o molto più semplicemente, con un irrilevante difetto fisico. Vince solamente chi rientra in certi canoni, alle altre non resta che stare a guardare. E’ così da sempre. Dobbiamo creare un inversione di tendenza. Solo così, si potrà parlare di rispetto per la persona. Un caro saluto.
    Cordialmente.

  2. @Marco: le chiedo solo una cosa. I suoi figli hanno mai subito nella loro vita? Mia figlia si alle elementari è stata vittima di bullismo e mi creda la ferita che ho nel cuore è talmente grande che Lei forse non può nemmeno immaginare. Però sa perchè è stata presa di mira anche? Xkè non voleva omologarsi agli altri. E di questo io ne vado fiera. Quello che ha passato l’ha fortificata. Io non l’ho fatta scappare ma le ho fatto affrontare tutto ciò. Sono una madre da ricovero? Forse ma penso che si debba essere unici nella propria unicità. Detto questo è un semplice concorso come ce ne sono a milioni.

  3. Buonasera.
    Care sig.re, quello che volevo puntualizzare è il fatto che questo contorto sistema, ha creato lo stereotipo della donna perfetta. E questo è valido anche per noi uomini. Fisici perfetti, nulla fuori posto e possibilità economiche, non indifferenti. Chi è fuori da questi canoni, non viene considerato/a. Questo vergognoso comportamento nei confronti delle persone, inizia già alle elementari. Spesso, un bambino che non possiede le scarpe firmate o, ha qualche kilo di troppo, viene allontanato da gli stessi compagni di classe e spesso deriso. Abbiamo assistito a ragazze che si sono tolte la vita perchè il loro fisico non rientrava in certi canoni. Perchè una persona che rientra nei canoni, trova lavoro piùfacilmente di una persona obesa o troppo magra ? dobbiamo assomigliarci tutti ? siamo all’apoteosi dell’imbecillità. Purtroppo, vedendo quello che ci passano giornalmente, le tv e le riviste, sembra proprio che il fenomeno abbia preso una strada a senso unico. Mi auguro di cuore che la figura della mamma, non venga stravolta da facili assurde tendenze. Le donne, le mamme, sono belle come sono. Grasse, magre, alte, basse. Ognuna di loro, ha una storia da raccontare. Il sistema non può e non deve, stravolgere le loro vite. Preferisco una mamma con i capelli infarinati, che una Barbie. Un caro saluto a tutte voi.
    Cordialmente.

  4. @Silvana. Brava, ben detto! Mi sentivo una miss quando in prima elementari i miei bimbi portavano il quaderno con il classico componimento: La tua Mamma. e loro scrivevano: la mia mamma è bellissima! (ma quando mai!) E’ altissima! (sono una tappa, mi vedevano altissima perché loro erano piccoli e io in piedi davanti a loro) e poi occhi, capelli… ma quello che mi faceva sentire miss mamma e mi faceva sciogliere: la mia mamma mi vuole bene perché gioca con me.
    Basta. chiudo, già emozionata al ricordo.

  5. Caro Marco,adesso le mamme che vanno a portare o riprendere i figli a scuola sono tutte delle modelle…Per carità,complimenti alla neo miss,ma che significa?Che io,35enne,alta 1,70,peso 70kg,verrei scartata a priori??? Detto questo,siamo tutte Miss Mamma,almeno per i nostri figli,non ci serve un concorso per capirlo o per farci sentire miss…

  6. @Marco: io non ho le misure della vincitrice e non mi sento offesa per questo. Anzi. Se è stata votata in un concorso x mamme ritengo che rientri pienamente nei canoni richiesti. Poi se è anche bella buon per lei. Anche a me piace “pasticciare in cucina” e spesso, lavoro permettendo, sono infarinata xkè mi piace fare la pasta in casa. Le mie figlie adorano farla con me. Detto questo mi piace mettere anche i tacchi e “darmi una sistemata” ma attenzione non per piacere agli altri ma perchè lo voglio io. NON VESTO ARMANI xkè non me lo posso permettere tutti i giorni. Voglio essere si una mamma attenta ma sono anche una donna che fa sacrifici. E’ questo che deve passare alle mie figlie.
    L’ultima parte del commento l’approvo. Spesso sono state succubi. Passate da padri padroni a mariti/padroni…ma questa è un’altra storia.

  7. ecco Marco il suo commento mi ah riportato indietro di trent’anni, a casa delkle mie migliori amiche tre sorelle la Mamma Maria era proprio cosi bassotta ciciotella casalinga e secondo il marito anche ignorante e incapace di dargli il tanto sospsirato erede maschio, morale? l’ha lasciata per una ventenne tacco 12 fighissima ( che gli ha dato il tanto sopsirato erede9 ma la nostra mammotta come la chiamavano mica si è disperata, si è rimboccata le maniche gli ha dato battaglia ( e vinto) in tribunale si è messa a fare le pulizie e le tre figlie che hanno la mia età quindi vanno dai 40 ai 46 anni sono tutte e tre laurate in medicina, queste donne bellisisme per carità ma se devo scegliere un idolo, un esempio a parte la mia mamma, ecco non è dic erto una diq ueste ma la mia mammotta Maria donna e scusate il termine con i controcoglioni!

  8. Buonasera.
    Mi associo alle tre parole dette da ginger70. L’unica cosa che mi lascia perplesso è il fatto che una volta tanto, non venga premiata una mamma alta 160 cm per 80 kg di peso. Sinceramente se fossi una mamma che non possiede le misure della vincitrice, mi sentirei offesa. Perchè tutte le brave mamme, devono avere un fisico mozzafiato ? con tutto il rispetto per la sig.ra Marcuccini, darei maggiore spazio anche alle meno dotate. O no ? altra cosa non meno importante. L’età. Ho notato che poche superano i 40 anni e la cosa non mi rende certamente felice. Forse, hanno confuso “Miss mamma Italiana” con Miss Italia. E da come vanno le cose, il paragone mi sembra azzeccato. E’ chiaro che una mamma con il fisico di Monica Bellucci, faccia molto più scalpore, ma perchè si deve stravolgere la figura della persona più amata al mondo ? qualche anno fa, la mamma era vista in tutt’altra maniera. Eravamo abituati a vedere la stessa, con qualche kilo di troppo dietro un tavolo, infarinata e pronta a preparare succulenti piatti. Oggi la mamma, deve essere perfetta, vestire Armani e rigorosamente tacco 12. Ci può stare. Il mondo è cambiato ma, personalmente mi vengono in mente le mamme di una volta. Donne con tanto di rughe ma con attributi grossi come cocomeri. Pronte a darti il meglio in fatto di cucina e spesso, pronte a suonartele con le mani infarinate. Quelle mamme che hanno conosciuto il sacrificio e le rinunce personali. Tanto di cappello a quelle di oggi ma, il paragone tra le due, non regge. In giro, ne sono rimaste ormai poche. Ripeto, con tutto il rispetto per Miss mamma Italiana ma, sono quelle di una volta a meritarsi un premio. Hanno sudato e lavorato, nell’assoluto anonimato e spesso prede di mariti padroni. Comunque sia, W tutte le mamme.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *