L’angolo dello sfogo 2! La vendetta

Da quando abbiamo deciso di creare l’angolo dello sfogo… non ci siamo fatti mancare nulla.
Gli argomenti affrontati? I più disparati: dai litigi con il marito, ai problemi con le suocere, ai battibecchi con i figli, alle incomprensioni, ma anche agli annunci lieti, come bimbi in arrivo,  feste, etc.
Insomma direi che è stato un esperimento riuscito bene!
Ma, commento dopo commento (considerate che ormai siamo vicini ai 2.300), la pagina è diventata chilometrica.
Che si fa?
Democraticamente abbiamo deciso: “Si cambia pagina” 🙂
Ed eccoci qua, allora, con l’angolo dello sfogo 2! La vendetta

Fatevi avanti 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2.078 risposte a “L’angolo dello sfogo 2! La vendetta

  1. A me hanno ammazzato a sangue freddo un micio di appena tre anni di una dolcezza e buonismo mai conosciuto….solo per il gusto di fargli male. Ci sono delle indagini in corso e se questo infame venisse preso si farebbe appena due anni oltre ritiro a vita del porto d’armi. Prima della sentenza definitiva passeranno almeno 5 anni ma in Italia è una prassi, purtroppo. Si è trattato di un vero animalicidio volontario, il povero micio che era un vero patatone, è stato rincorso con lo scopo di assassinarlo, dopo averlo braccato e rinchiuso in un angolo gli è stato inferto un colpo di fucile dalla distanza (di massimo) un paio di metri ammazzandolo sul colpo, il corpo è stato lasciato in una pozza di sangue. Questo infame, probabilmente aiutato da un complice, sarebbe un cacciatore che nella zona (cui purtroppo sono venuto a vivere) non gode di buona reputazione (come tutti i suoi colleghi) visto gli innumerevoli casi che da anni avvengono nella valle…veri e propri episodi di ANARCHIA E FARWEST. Questo mostro ha sparato tra l’altro in prossimità di una strada principale e il dolce gattino, che aveva una vita davanti, è stato assassinato all’interno di una proprietà privata (struttura ricettiva) che al momento era chiusa. Oltre l’omicidio volontario vi sono appunto questi altri due reati: uso di un’arma (preventivamente caricata) in prossimità di abitazioni e strade più la violazione di un domicilio. Quel povero gattino che ho accudito fin dai primi mesi di vita e che è stato salvato in sardegna (tra l’altro una settimana prima di una pesantissima alluvione – destino?) è stato brutalmente assassinato per gioco, non tornerà indietro e se questo bastardo venisse anche preso, oltre i biblici tempi della giustizia italiana, si beccherebbe appena due anni di carcere…..personalmente è una giustizia di margine, superficiale e non equilibrata, come posso essere soddisfatto…come posso non pensare a vendicarmi magari non togliendo la vita all’essere ma magari tagliandoli le mani così che in futuro non accadano altri episodi violenti e soprattutto ingiustificati? è difficile mantenere il controllo mentale in questo mondo i cui valori da moltissimi anni sono già andati persi…che prospettive si possono avere per il futuro sapendo che certi individui fanno quello che vogliono spalleggiati da leggi pagliacce? La Terra è nostra Madre gli animali i nostri fratelli, come puoi rimanere fermo mentre stuprano tua Madre e uccidono i tuoi fratelli?

  2. Vale ancora questo angolo dello sfogo? Sto in pensiero. Ho due figli: Raffaele 4 anni e mezzo e Antonio 10 mesi. Per essere brevi fino ad adesso Raffaele è stato abbastanza tranquillo e paziente. Sembra capire che la mamma non può fare determinate cose in determinati momenti perché il fratellino ha bisogno della mamma. Sono due tre giorni che è diventato dispettoso e capriccioso sapete quando? Quando è il momento di vestirsi/lavarsi/fare la doccia. Sembra sfidarmi. Diventa quasi isterico. Più mantengo il punto più lui si arrabbia. Raffaele è un bimbo chiuso, non dimostra volentieri i suoi sentimenti quindi da un lato sono contenta, magari è uno sfogo ma dall’altro sono avvilita perché non so proprio come prenderlo. Sapete vorrei evitare litigi, sono stanca! Io faccio tutto il possibile per giocare con lui, avere i nostri momenti quindi non è una questione di attenzioni, almeno credo. Ho bisogno di un aiuto per capire come mi devo comportare. Lui ha sempre seguito le regole di casa e cioè quando è il momento di lavarsi, mangiare, mettere in ordine e dormire non ci sono santi! Come devo fare?

  3. @sonia: mi spiace tantissimo per il tuo Luca!!! chissà che spavento…e immagino il dispiacere di Luca nel saltare la tanto attesa gita…

  4. Be oggi tocca a me.
    Purtroppo e me ne scuso sarà uno sfogo non di cattiveria ma di cose che purtroppo non possiamo controllare fino in fondo!
    Sabato pom Luca mi chiede di andare a giocare dall’amichetto che abita al piano sotto di noi
    Dopo solo pochi minuti arriva il papà dell’amichetto e ci dice di scendere che luca si è fatto male alla testa e sanguina!
    metto subito le scarpe prendo le chiavi della macchina e scendo con mio marito.
    Trovo Luca sanguinante, talmente tanto che non riuscivo a vedere la ferita. Mi armo di coraggio prendo un panno bagnato cerco di pulire e vedo un taglio netto e profondo. Ci guardiamo in faccia con mio marito e scappiamo al pronto soccorso.
    Codice verde -dopo lunghi 30′ finalmente entriamo, il dottore mi guarda e incoraggia luca dicendo che avrebbe tagliato un po i capelli e che gli avrebbe dato un grande pizzoco -doloroso ma per pochi secondi e dopo tutto finito.
    Bne, il pizzico era l’anestesia in testa durata 10 lunghi secondi-Luca dal dolore è diventato cianotico e la bocca storta- I dottori mi bloccano dicendo -è normale per il dolore-l’anestesia in testa fa male pure ad un elefante!
    Mettono cinque punti di sutura e da grande ometto li saluta con la mano dicendo : ciao ma il pizzico è stato tanto doloroso!
    Adesso si ritrova con un bel cerottone, cinque giorni di antibiotico, senza la sospirata e attesa gita al mare con la classe!
    La faccia di mio figlio distrutta dal dolore non riuscirò mai a dimenticarla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *