Quando i bambini sognano i mostri

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei sogni accompagnati per mano dalla nostra grafologa Candida Livatino.
Questa settimana lasceremo un po’ da parte mamma e papà e ci focalizzeremo più sui piccoli.
I bambini sognano? Sì. Questo è certo.

Ma cosa? Ecco cosa ci dice Candida:

“La scorsa settimana ho spiegato come vive il mondo onirico il bambino nella pancia della mamma.
Appena nato e fino ai tre anni non è in grado di raccontare il sogno perché non ha ancora sviluppato il linguaggio.
Verso i tre anni inizia a fare una minima descrizione, dai quattro anni in su, stimolato dalla TV e dall’ambiente educativo, l’asilo e successivamente la scuola, le sue immagini oniriche si arricchiscono di cose e situazioni.

Ma cosa sognano i nostri bambini?
E’ importante ascoltarli con attenzione quando ce lo raccontano. Ecco i più ricorrenti:

SOGNARE MOSTRI
Il bambino sta vivendo un periodo di stress o di disagio: associa il “mostro” ad una persona che gli incute paura, che è intransigente e lo rimprovera e castiga.

Un altro sogno ricorrente è quello di CADERE:
Rappresenta la paura dell’abbandono, la mancanza di stabilità affettiva. Il terrore che i genitori si separino o semplicemente che entrambi si assentino per lavoro. Il timore è quello di non avere tutto sotto controllo, di non avere abbastanza attenzioni e manifestazioni affettive da parte di mamma e papà.
I genitori dovrebbero rassicurarlo, fargli capire che, anche se spesso non sono presenti fisicamente, gli vogliono molto bene e che non l’abbandoneranno mai.

Il nostro viaggio nel mondo dei “sogni” continuerà la prossima settimana.
Un caro saluto e un abbraccio.

Candida Livatino”

Ed ora qualche  chicca sui sogni più ricorrenti. La settimana scorsa abbiamo scoperto cosa significa sognare l’acqua e il fuoco. Oggi scopriamo cosa vuol dire sognare di volare o di morire.

“Sognare di VOLARE significa insoddisfazione della propria vita (sociale, sessuale, affettiva..) e mancanza di autostima. Negatività che vengono compensate con un volo liberatorio

La MORTE, contrariamente a quanto si pensa, è un segnale di rinascita interiore, di cambiamento,  di evoluzione. Sognare la propria morte può significare che una parte della nostra personalità muore, per lasciare  così spazio ad una nuova.”

 

Se volte conoscere i segreti sulla grafologia, vi ricordo che Candida Livatino ha scritto il suo primo libro proprio su questo tema: “I segreti della scrittura” editore: Sperling & Kupfer.

Candida Livatino ha anche un sito Internet in cui racconta tutte le sue esperienze lavorative e tanto altro ancora.

Se volete sapere di più sulla nostra brava grafologa, visitate la sua pagina. L’indirizzo è :www.livatinocandida.it

6 risposte a “Quando i bambini sognano i mostri

  1. buongiorno D.ssa
    ieri mi è successa una cosa del tutto nuova
    Luca il mio bimbo di 4anni, ha realizzato dei disegni per tre dei suoi amici e fin qui tutto regolare
    Mi chiama e mi dice , mamma scrivo i nomi fuori la bustina, sì Luca aspetta mamma ti aiuta invece, aveva già scritto i nomi chiaramente, in maniera incomprensibile, ma li ha scritti distinguendo federica con certi ghirigori, andrea con altri e alice con altri ancora.
    Ma la cosa più strana che, quando gli ho chiesto di riscrivere il nome alice, lui ha scarabocchiato lo stesso ghirigore della bustina e così pure per gli altri!!
    non so se sono riuscita a spiegarmi, e come se si fosse inventato una sua scrittura, ma è possibile questo?!
    Grazie, un caro saluto
    Sonia

  2. molto interessante!
    giusto ieri mattina il mio bimbo mi ha raccontato che ha sognato di cadere, ora so dare una spiegazione al sogno e lo rapporto con la nostra quotidinità (ed, ahimè, il mio rientro al lavoro!)

  3. Ciao Candida, quello che scrivi mi fa scoprire molte cose e le leggo sempre curiosità e interesse.
    Ti aspetto giovedi prossimo ! Un abbraccio

  4. Buongiorno, Candida! Grazie per queste interpretazioni… tuttora mi capita di sognare spesso di cadere e di volare… ora capisco meglio il perché 😉 Un bacione e buona giornata, alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *