Perché i bambini fanno gli incubi? E noi come possiamo intervenire?

incubi_500Perché i bambini fanno gli incubi? E che possiamo fare noi adulti per tranquillizzarli?
Di questo parliamo oggi con la nostra psicologa Amica, la dottoressa Francesca Santarelli:

“Non sempre i sonni dei bambini sono quelli che ci immaginiamo quando si dice: “Dorme beato come un angioletto!”

Capita spesso che, soprattutto dopo l’anno di vita, il nostro piccolo si sveglia nel cuore della notte con pianti, disperazione e grida in preda ad un brutto sogno. A volte, sembrano cosi disperati e inconsolabili da lasciar  angosciati anche noi genitori e forse un po’ tutti pagheremo, per sapere cosa li ha tanto spaventati….”

santarelli6Gli incubi notturni sono maggiormente presenti nei bambini tra 1 e 8 anni e si verificano a tarda notte durante la fase REM del sonno. Improvvisamente il il bambino si sveglia e, se è più grande dei 4/5 anni, può ricordare perfettamente le immagini angoscianti che lo hanno terrorizzato e ha paura che se si riaddormenta quelle stesse immagini torneranno a tormentarlo.  L’aspetto positivo in questa fascia di età è che sono in grado di raccontare quello che hanno sognato e sanno benissimo che si tratta di un incubo;  dunque, in qualche modo, riescono anche ad elaborarlo psicologicamente.

Il bambino fino a 4 anni invece, è incapace di distingue i sogni dalla realtà e quindi può richiedere a gran voce la vostra presenza durante la fase di addormentamento e ha bisogno di rassicurazioni. Anche se può essere faticoso,  è molto importante aiutarlo in questa fase, soprattutto per il suo sviluppo psicologico.

Ma perché il bambino ha gli incubi?

L’incubo, proprio come il sogno, permette al bambino di elaborare frustrazioni, desideri, paure. Durante la giornata il suo lavoro è faticoso, deve obbedire alle regole della famiglia e della società, deve adattarsi al gruppo e vive un gran numero di conflitti.

Tutto questo, viene poi elaborato inconsciamente durante la notte, attraverso gli incubi, che sono una vera e propria manifestazione della lotta interiore che vive dentro di sè: tra la paura di crescere e il desiderio di farlo.

Non si tratta di un capriccio e nemmeno di una regressione: il bambino è semplicemente sopraffatto dal grande senso di impotenza che spesso lo assale quando desidera qualcosa e si sente frustrato. E si rende conto di non avere potere su ogni cosa.

L’incubo diventa una valvola di sfogo molto utile che consente al bambino di esternare la sua angoscia e questo lo aiuterà a domare il mondo esterno e quello degli adulti.

Il ruolo dei genitori anche in questo è molto importante per poterlo aiutare.

Innanzitutto, fino ai 3 anni il bambino si aspetta, e chiede a gran voce, una presenza rassicurante quando si sveglia in preda al brutto sogno; ecco perche è importante confortarlo, dirgli che anche voi avete vissuto le sue stesse paure e raccontandogli che voi fate degli incubi che vi spaventano nel cuore della notte. Potete aiutarlo a riprendere contatto con la realtà, facendogli bere un po’ di latte o di camomilla, o provare a  farlo dormire per un po’ con una lucina accesa finché non si sarà rassicurato e tranquillizzato.

Potete anche aiutarvi con l’aspetto ludico della favola e raccontargli che ora chiamerete la fatina magica dei sogni, che allontanerà tutti quelli brutti dal suo lettino e dalla sua notte.

L’importante è che non vi fate vedere angosciati e preoccupati anche voi, poiché rischiereste di dar adito ai suo fantasmi onirici!  Riconoscetegli la sua paura e il suo smarrimento e rassicuratelo con la vostra voce e presenza.

Non sottovalutate mai o svilite le sue paure, che sono reali, e nemmeno  ditegli che ormai è grande per avere paura, non sarebbe corretto ne tanto vero onesto raccontargli bugie su una cosa tanto normale.

Cercate, se riuscite, di non dargli l’abitudine dormire con voi tutte le volte che fa i brutti sogni (piuttosto mettetevi voi accanto a lui nel suo lettino per un po’), perché servirebbe solo a rafforzare la sua paura e finirà col prendere la “cattiva abitudine” di non riuscire ad addormentarsi senza la vostra presenza.

A quattro anni è perfettamente in grado di distinguere la realtà dal sogno e che non esistono davvero fantasmi o mostri sotto il letto.

Per tranquillizzarlo portatelo in braccio per la casa, dategli un senso di protezione e sicurezza, dimostrategli che tutte le porte sono chiuse e non ci sono pericoli. Ma mi raccomando, non sgridatelo e non arrabbiatevi mai!

Piuttosto,  la mattina dopo, invitatelo a parlare con voi dei suoi mostri notturni e magari a disegnarli, per poi bruciare poi magari, quel foglio che raffigura questi cattivoni! Questo gli permetterà un’elaborazione psicologica importante attraverso un solo semplice disegno!

Per appuntamenti  con la dottoressa Francesca Santarelli, o info, potete visitare il sito Internet del suo studio: www.studiosantarellidecarolis.com 

6 risposte a “Perché i bambini fanno gli incubi? E noi come possiamo intervenire?

  1. Noi abbiamo una bimba di 3 anni e mezzo. Pare che a volte i mostri dei suoi incubi sono proprio mamma o babbo in versione mostro. Solitamente il mostro è il babbo e quindi vuole solo mamma, guai se babbo si avvicina, a volte però è il contrario. Mi ha raccontato che sogna che io faccio abra cadabra verso la tenda della finestra di camera e da li esce un mostro-babbo. Come mai ci sogna come mostri? Eppure non la trattiamo male, ne le urliamo contro,… anzi, dicono che la viziamo pure troppo.

  2. Molto interessante !!! Condivido molte parti perchè ho anche ricevuto psicoterapia x me per 2 anni c.ca . E percepisco diverse cose !
    Mi sono piaciute queste informazioni !!!

  3. Salve,mio figlio 4 anni e’da circa un mese che verso le 23.30 Si siede a letto ,piange e dice non voglio…e capita che vomita…cerco di rassicurato e si si riaddormenta subito..ma non riesco a capire perché fa così.. ..

  4. Salve,
    Mio figlio di quasi 6 anni, e’ ossessionato da zombie, lupi mannari..tutto cio’ di macabro! A vte la notte durante il sonno piange e trema.Io spesso cerco di rassicurarlo, facendogli capire che sono solo frutto della fantasia.Come posso aiutarlo??

  5. la junior si sveglia almeno una volta a notte per gli incubi. Sono contenta che il comportamento che ho adottato sia corretto. Sta avendo dei processi di cambiamento notevoli in questo periodo. è molto impegnativa. e sicuramente sta cozzando con il mondo esterno. Sta crescendo e lo vedo e mi sta passando troppo veloce….

  6. ci sono passata in pieno con Anna…. aveva visto Biancaneve ed era rimasta terrorizzata dalla strega.
    continuava a sognarla e di notte si svegliava e mi diceva “mamma ma se arriva la strega che mi da la mela avvelenata muoio!!!”povera… io le rispondeva che non esisteva la strega! ma non era convinta allora le dicevo che non poteva entrare perché la porta era chiusa. non era ancora convinta allora le dicevo di pensare alla fata madrina di cenerentola e alle altre cose belle. beh insomma ci ho messo un po’ a farle capire che non doveva preoccuparsi. anche se ora che ha cinque anni non vuole piu’ vedere biancaneve!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *