Tic nervosi nei bimbi, quando preoccuparsi? Parla il neuropsichiatra

Ammiccamenti, torsioni del collo, alzate di spalle, smorfie del viso ma anche il continuo raschiarsi la gola, tirare su col naso, sbuffare, grugnire e nei casi più complessi l’abitudine a ripetere parole fuori contesto e parolacce e a riproporre gli ultimi suoni sentiti o gli ultimi gesti osservati.

E’ così che, in generale, si manifestano i tic nervosi nei bambini, che si dividono nelle due grandi categorie di motori o vocali: si tratta di movimenti o espressioni involontarie, rapide e stereotipate, che una volta comparse terrorizzano i genitori.

Che si deve fare? Già tempo fa affrontammo questo argomento con l’aiuto della psicologa Amica, la dottoressa Francesca Santarelli.

Ora invece ascoltiamo il parere del professor Stefano Vicari, responsabile di Neuropsichiatria Infantile dell’ospedale pediatrico “Bambin Gesù” che dice: “Non sempre è il caso di preoccuparsi troppo. A volte, infatti, i disturbi sono temporanei e vanno via in pochi mesi, solo trascorso un anno è necessario che il piccolo sia curato da un neuropsichiatra infantile. A quel punto – chiarisce il professor Vicari – è bene spiegare al bambino esasperato dallo stress e preoccupato che cosa gli sta  accadendo, cercando di rassicurarlo il più possibile e di fargli seguire la terapia, che prevede la somministrazione di farmaci per il riequilibrio dei

neurotrasmettitori, cioè quelle sostanze che trasmettono le informazioni da un neurone all’altro”.
“Le terapie psicologiche da sole non servono a molto- spiega il professore- possono eventualmente fungere da supporto a quella neuropsichiatra”.

I tic nervosi hanno un’alta incidenza tra i bambini: circa il 20% ne soffre in modo transitorio e non necessita di essere curato mentre uno su cento soffre , invece, della sindrome di Tourette, che combina insieme i tic motori con quelli vocali.

La buona notizia, però, conclude il professor Vicari, è che “circa l’80% dei bambini con tic non li avrà più in età adulta con una regressione spontanea del disturbo”.

Share on Facebook0Share on Google+3Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

178 risposte a “Tic nervosi nei bimbi, quando preoccuparsi? Parla il neuropsichiatra

  1. Ma lasciateli liberi a questi poveri bambini e non date retta a psicologi e psichiatri che i malati sono loro, qualsiasi comportamento sbagliato o normale fa parte dell’a natura umana anzi piu’ pensate sia sbagliato e piu nasconde un genio che verra’ fuori se non gli romperete il c….

  2. Buonasera mio figlio 3 anni a marzo, emette versetti quando è solo, prima di andare a dormire o quando sta per conto suo sul divano a rilassarsi.
    Mi devo preoccupare ?
    Grazie

  3. Salve, scrivo qui perché risulta un video attinente al mio discorso, affrontato oltretutto in modo molto approfondito. Premetto la mia poca conoscenza riguardo il lato medico dei tic.Sono un uomo tra tanti, tant’è che lavoro nell’ambito della vendita; tuttavia mi è capitato spesso di confrontarmi con bambini che soffrono, in modo più o meno grave, di questi tic nervosi. Sono arrivato ad un punto in cui ho voluto provare a “curarli” e, provando con un bambino di 8 anni ed un ragazzo di 16, ci sono riuscito. il primo batteva incessantemente e velocemente le palpebre, mentre il secondo girava la testa in modo violento. Sono riuscito, con molta pazienza, a trovare un metodo efficace per eliminare in modo definitivo il problema. Non ho alcun titolo, l’ho fatto e lo sto facendo per pura passione, e nel caso voleste farmi provare. Non sono in cerca di ricchezze, così come potrebbe sembrare, basterebbe che i bambini venissero accompagnati dai propri genitori per farmi provare, ovviamente in modo totalmente gratuito. Spero prendiate una buona azione per tale, senza alcun fraintendimento.
    Mostra meno

    • Buongiorno,
      Desidero avere maggiori info in relazione ad un tic motorio di mia figlia di 6 anni di età.
      Grazie!
      G. Gesualdo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *