Dal presepe fatto con gli ovetti, alla renna di sughero: ecco i lavori di Natale di Nadia

Presepe fatto con gli ovetti


Resta di stucco… e stavolta non è un Barbatrucco, ma sono i lavori di Nadia.

Dal presepe fatto con gli ovetti, alle renne realizzate con i tappi di sughero, alle decorazioni in stoffa, a quelle fatte con la pasta colorata, ecco a voi la gallery delle meraviglie!

Per le renne:
Occorrente: 4 tappi di sughero uguali per le zampe
1 tappo di sughero per il corpo (non necessariamente uguale agli altri)
1 tappo di sughero da cui tagliarne via 1/4 per il collo
1 tappo di sughero da spumante
scovolino nero
filo di cotone rosso
colla a caldo
cartoncino
eventuale panno rosso.

Per prima cosa prendere due tappi-zampe e incollarci sopra in verticale il tappo-collo. Prendere altri due tappi-zampe e incollarci sopra in orizzontale il tappo-corpo. Incollare poi il tappo-corpo al retro del tappo-collo. Sopra il tappo collo incollare il tappo da spumante.
Le orecchie sono state fatte tagliando in 4 una rondella di tappo di sughero. Gli occhi sono semplicemente pezzi di cartoncino bianco disegnati e incollati.
Il cordoncino con la campanella è legato dietro al collo e fermato con un punto di colla. Il cotone rosso sul muso della renna è anche quello annodato e fermato con un punto di colla.
Poi alla fine ho messo del panno rosso incollato sul tappo-corpo…

Presepe fatto con gli ovetti:
Il presepe è realizzato con i bussolotti gialli che contengono la sorpresa negli ovetti kinder e altre marche, utilizzando un ovetto intero per il corpo e una metà ovetto per la testa dei personaggi (tranne Gesù Bambino per cui basta un unico ovetto intero). Abbiamo colorato con tempere e poi vestito i personaggi con scampoli di stoffa e pistola a caldo e usato lana grezza per i capelli.
Le corone dei Re Magi son fatte con tappi in metallo, tipo quelli della birra per intenderci.

Le palme con due ovetti sovrapposti e ritagli di panno verde incollati a caldo per le foglie.
La capanna con due ovetti sovrapposti per ciascun pilastro e con un tetto di legnetti dei ghiaccioli pitturati. Infine lo sfondo colorato con spugne e tempera dai miei bimbi e le stelline sono state fatte col didò!

Decorazioni plastica di varie forme:
Le forme in plastica si trovano già pronte nei negozi fai da te.
Per decorarle si prendono tovaglioli natalizi e si separano tutti gli strati. Quello che serve è solamente il disegno ritagliato dell’oggetto natalizio sul primo strato di carta. Con della normale colla vinavil (o meglio ancora la colla con dentro i brillantini) si incolla lo strato di tovagliolo all’interno della decorazione tendendolo bene con il pennello.
Poi si prende della carta di riso bianca (o colorata a piacimento) e si incolla dietro il tovagliolo, sempre all’interno della decorazione. Questo va fatto per entrambe le facciate. Una volta asciutto si assemblano le due mezze sfere o campane o cuori che siano, si mette un bel fiocco e un bel nastrino di passamaneria lungo il bordo ed è fatta!

Decorazioni in panno / stoffa:
Queste sono adatte anche per i bambini. Basta prendere del panno, ritagliarlo secondo la forma che ci piace, imbottirlo con del cotone, cucire (o incollare) i lati e decorarlo a piacimento. L’anno scorso ho provato a disegnare delle sagome su stoffa bianca e farle colorare ai bimbi vedi la stella e il pupazzo di neve. Sono semplici, loro le hanno colorate, io ritagliate, imbottite, cucite e infine insime le abbiamo appese all’albero.

Angioletti in pasta e bigliettini plexiglas:
Gli angioletti son fatta con pasta colorata d’oro e attaccata con colla a caldo.
I bigliettini sono fatti invece con pezzi di plexiglas. Prima li ho decorati con della pasta di neve bianca (è una specie di pasta bianca da applicare picchiettando con le dita in modo che poi seccando dia l’effetto neve), poi sempre coi tovaglioli e la colla glitterata ho incollato il soggetto natalizio e messo il nastrino. si possono usare come simpatici bigliettini scrivendo con un pennarello indelebile sul retro, oppure come decorazioni per l’albero.

La testa di renna che si intravede è fatta su cartoncino colorato e attaccata a una molletta colorata di marrone con applicato un nastrino rossa con campanella. Le avevo usate per attaccare i bigliettini ai regali…

Che dire se non… complimenti Nadia!

Hai una fantasia da fare invidia!

Ho in serbo per voi un’altra gallery con due belle ghirlande fatte da Matthew e delle pigne decorate inviate da Vale82.

Ma aspetto anche gli altri lavori fatti da voi!
Forza, mandatemi foto, la mail è sempre la stessa: vivalamamma@mediaset.it

E

24 risposte a “Dal presepe fatto con gli ovetti, alla renna di sughero: ecco i lavori di Natale di Nadia

  1. @silviafede: la speranza è sempre l’ultima a morire… domani sono a casa in ferie così preparerò gli ultimi dolcetti (cake pops, le praline di cioccolato, qualche biscotto e soprattutto LA TORTA DEI BARBAPAPA’ !!!), stasera inizio a fare il pan di spagna e domani farcisco e poi sab mattina ricopro e termino la torta…
    poi manderò foto, sicuramente non sarà una torta stupenda da pasticceria, ma x luca sarà magnifica e questo è quello che mi interessa…un suo bacio sarà il premio più ambito e la gioia più immensa

  2. @silviafede: a scuola si spengono le candeline e poi mangiano la torta. la festa vera l’abbiamo fatta sabato …. e fede è stato superfelice. c’erano un sacco di bimbi e si sono divertiti tutti tantissimo … alla sera era distrutto!!!!
    sabato facciamo la cena coi nonni …. e per l’occasione faremo la torta … poi manderò la foto … vediamo se a forza di farne miglioriamo un po’ 😉

  3. @ciocco73:visto che per fortuna sei diretta proprio come me prima della festa di ai nonni che sono solo ospiti, pertanto devono chiacchierare con i presenti, mangiare torta e dolcetti e osservare il nipote che gioca coi suoi amici senza stressarlo perche’ quella e’ la SUA festa e se qualcosa non va ci pensate tu e tuo marito ad intervenire.
    Per le foto digli che saranno dei bellissimi ricordi ma sono ancor piu’ belli se fatte senza che i bambini se ne accorgano, per cui senza chiamarli o farli mettere in posa, scattare semplicemente mentre giocano e si godono la festa…senza mezzi termini parlaci chiaro e spera nel loro buon senso
    @ge1977: poi ci racconterai come e’ andata la festicicola a scuola vero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *