L’intuizione è una grande dote, ecco come riconoscere chi ce l’ha!

idea_lavoroL’intuito è una dote che, nonostante la tendenza a pianificare ed a misurare tutto, ci aiuta a volte  a prendere decisioni migliori, in particolare nelle relazioni interpersonali.

Ma come scrive l’intuitivo ?

Ce lo svela la nostra grafologa Candida Livatino:

livaInnanzitutto lascia spazi irregolari tra una parola e l’altra, a volte ampi, a volte ridotti.

I puntini sulle “i” sono vergati in modo impreciso e, in tutto il testo, si nota uno stile disordinato.

Questi segni evidenziano una notevole vivacità mentale, poca attenzione alla forma e la capacità di acquisire più informazioni contemporaneamente.

L’intuitivo è curioso, creativo, ma poco logico e consequenziale nei ragionamenti.

Spesso la sua scrittura non mantiene il rigo di base ed assume un aspetto saltellante.

Ciò che lo caratterizza maggiormente è l’imprecisione.

In compenso è acuto, capace di cogliere le menzogne altrui e di capire che cosa si cela dietro uno sguardo o un sorriso.

Una volta che ha acquisito le informazioni che gli servono molla la presa e si dedica ad altro.

Nel rapporto di coppia è quasi impossibile nascondergli qualcosa, anche perché è un osservatore attento e rapido.

Meglio dunque dirgli le cose subito, anche quelle meno piacevoli, tanto le scoprirebbe comunque e si arrabbierebbe ancora di più!

 

Un caro saluto.

Candida Livatino”

 

COP Livatino Scrivere con il cuore.inddSe volete conoscere cosa dice la grafologia sulle affinità di coppia, o scoprire se il vostro partner è fedele, sincero, vanitoso o geloso, se è più portato per i rapporti duraturi o per le avventure,  e tanto altro ancora, vi ricordo che Candida Livatino ha scritto il terzo libro proprio su questo tema: “Scrivere con il cuore” editore: Sperling & Kupfer.

Candida Livatino ha anche un sito Internet in cui racconta tutte le sue esperienze lavorative e tanto altro ancora.

L’indirizzo :
www.livatinocandida.it

 

 

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *