A Mattino5 Tata Lucia diventa “social”

Da oggi è partita una bella iniziativa a Mattino Cinque.
Ospite di Federica Panicucci c’è stata Tata Lucia, che tutti noi conosciamo e, come sempre, ha risposto alle domande delle mamme.
Cosa c’è di nuovo? Lo faceva anche prima, vi starete chiedendo.
La novità sta nel mezzo utilizzato.

Da quest’anno il tutto avviene infatti tramite messaggi inviati in diretta dai telespettatori al nuovo servizio Social di Mattino Cinque, che si può raggiungere all’indirizzo http://www.mattino5.mediaset.it/

In pratica le mamme hanno mandato le domande, i commenti sono stati visualizzati in diretta tv e la Tata ha risposto in tempo reale.

Questa è stata una delle domande arrivate:

Chi di noi non ha avuto a che fare con bimbi irruenti?

Cosa ha risposto Tata Lucia?


Che è assolutamente normale.
Il bambino fino a tre anni, tre anni e mezzo è solo fisico. Sperimenta.
Esattamente così come impara a camminare cadendo tante volte, a mangiare portandosi il cucchiaino anche tra i capelli, allo stesso modo deve imparare il contatto con l’altro. Sono, per lui, tutte manifestazioni fisiche.
E i genitori così come lo aiutano ad imparare a camminare e a mangiare, devono insegnargli un certo comportamento.
Ad esempio: se il bambino spinge, allora, anche con l’aiuto di un peluche, gli si può far vedere quanto è bella la carezza.
Insegniamo ai bambini quanto è splendido abbracciare. Ma facciamogli capire che se si stringe troppo… fa male!

Questa è la seconda domanda:

Anche questo è un problema che accomuna un po’ tutti i genitori.
La Tata ha suggerito di sgomberare un’area della loro stanza, come ad esempio una libreria, e di farla organizzare ai ragazzi secondo il loro criterio. Quello sarà il nuovo ordine.
Ma va mantenuto.
Se nei giorni seguenti qualcosa sarà fuori posto, o peggio per terra, sparirà.

La nuova regola da seguire infatti dovrà essere: “Ciò che è per terra o in disordine sparisce!”

Proprio così.

Se non sono al loro posto, significa che quelle cose non sono importanti, per cui possono essere buttate.
Ovviamente non si cestinano veramente, ma si fanno sparire per un bel po’!

Terza domanda:

 

Tutti i bambini, adesso, sono sveglissimi, attivissimi, intelligentissimi, ha detto Tata Lucia. Ma bisogna mettersi con loro a fare le cose, non imporgli la nostra volontà. Fargli capire qual è la strategia vincente e portarla avanti insieme a loro.

Esempio: il bambino urla? La mamma non risponde.

“Le mie orecchie non sentono le urla e non capiscono. Se me lo ripeti piano, ti ascolto”.

Ai bambini occorre far sperimentare il successo: se percorro questa strada otterrò qualcosa, se percorro quell’altra no!”

Senza ricatti, ma con l’esempio.

Nell’incertezza ricordatevi che il successo è la strada da percorrere, la negazione NO.

Se volete rivedere il video di Tata Lucia a Mattino Cinque, cliccate qui: VIDEO

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “A Mattino5 Tata Lucia diventa “social”

  1. Ciao Lucia, sono mamma di un bambino di 23 mesi che ha ciucciato al mio seno x addormentarsi fino a 21m!!! Mi sono permessa di risponderti x parlarti della mia esperienza. X l’allattamento di Riccardo sono stata molto tranquilla, mi sono affidata ad una mia amica ostetrica e che fa corsi sull’allattamento al seno che mi ha consigliato di far fare a lui. Si sarebbero ridotte le poppate quando lui sarebbe stato pronto e così è stato. Man mano che passava il tempo Riccardo ha eliminato da solo la poppata della mattina e poi piano piano anche il resto. X quella della notte xò arrivato a 18/19m mi sono imposta io xchè non riusciva a riposare,appena si svegliava voleva il latte e poi ciucciava pochissimo! Era diventata solo un’abitudine,un vizio. Tutto si è risolto in un paio di giorni e dopo non l’ha più cercato. La mia amica mi ha anche detto che una volta eliminata la poppata della notte non si può più tornare indietro,neanche se il piccoletto sta male!!! Prova a spiegargli quando si sveglia che il latte non c’è xchè ormai è grande, a 19 mesi comincia a capire. Ci saranno grossi pianti ma poi si abitua. Certo è che ogni bimbo è diverso ma tu prova, è stancante x lui ma pure x te.
    In bocca al lupo!!!!!

  2. ………è invece opportuno spargere “utile” ed “intelligente” normalità. Roberta, so di cosa parlo e vivendo in prima persona il problema, non intendo fare allarmismi ma neanche “infilare la testa sotto la sabbia” sottovalutando la possibilità e magari nascondendomi alla realtà e all’evidenza. Anch’io una volta non mi allarmavo, poi purtroppo, mi sono dovuto ricredere. E’ comunque essenziale vivere e far vivere la situazione con serenità. Poi, ognuno è libero di pensarla e di agire come meglio crede.

  3. A Max: il 99.90 per cento dei bambini rientrano nei canoni che tu hai descritto.. vivacità disordine, disattenzione e quant’altro. Ti chiedo un favore personale .. non spargere inutili e stupidi allarmismi, ci sono mamme che potrebbero prenderti sul serio!!!!!

  4. ciao tata lucia,

    volevo chiedere un aiuto…ho un figlio di ben 19 mesi che nn riesco a staccare dal seno!!! sono disperata e nn ce la faccio più ad averlo attaccato sia di notte che di giorno…come posso fare a togliergli qst vizio???grazie mille di una sollecita risposta

  5. Un consiglio per mettere a posto i giochi, che utilizzano le maestre all’asilo pare con molto successo. Insieme ai bimbi hanno concordato una canzoncina dell’ordine, (una qualsiasi loro usano il coccodrillo come fa?) quando la fanno partire i bimbi devono mettere a posto i giochi prima che finisca la musica…ci hanno detto che i bambini si sbrigano a sistemare i giochi e quando sentono che arriva l’ultimo ritornello si aiutano l’uno con l’altro per arrivare in tempo prima della scadenza. Ce l’hanno raccontato all’ultima riunione ed ho provato anche a casa…funziona davvero! Quando metto la canzoncina Fede corre a sistemare tutto, non so se perche’ trova continuita’ con quello che fa a scuola, pero’ volevo suggerirvelo comunque specie per chi ha bambini piccoli. Anche a casa nostra vige la regola che quello che la sera e’ fuori posto viene buttato via, in realta’ nascosto per un bel po’

  6. Bambini disordinati, irruenti, sempre in movimento, poco concentrati e disattenti, che non rispettano le regole, che bisogna sempre dirgli le stesse cose,………. avete provato a vedere se non siano affetti dall’ADHD? Anche se non ce lo augureremo, potrebbe essere.

  7. Anche io ho Samu irruento nei confronti del gemello Edo.
    Samu è proprio manesco, lui ha intenzione di abbracciare Edo ma lo fà con troppa forza, stringendogli il collo a volte e la cosa mi terrorizza. Per non parlare poi gegli spintoni che gli dà.
    Anche se alla fine è molto coccoloso.
    Edo al contrario, non ha mia manifestato atteggiamenti di questo genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *