MeteoHeros, l’App che insegna a bambini a rispettare la Terra

meteoherosGhiacciai che si sciolgono, temporali tropicali, polveri sottili e inquinamento, grandinate, allagamenti e straripamenti di fiumi e laghi. I cambiamenti climatici ormai sono ormai una realtà che riguarda tutti.
Le generazioni passate ci hanno lasciato un’amara eredità, ora si sta cercando di limitare i danni, ma la forza del cambiamento è nelle generazioni future.
Ma come sensibilizzare i nostri figli ai problemi ambientali?
Con MeteoHeroes, l’app gratuita ideata dal Centro Epson Meteo e disponibile sia per iOs che Adroid.

Imparare giocando. Questo è il trucco!
E questo progetto ha proprio l’obiettivo di educare le nuove generazioni ai problemi ambientali e ai cambiamenti climatici che dovranno affrontare una volta adulti.

Il gioco è bello, la grafica è molto accattivante.
Sei bambini, Fulmen, Nix, Nubes, Pluvia, Thermo e Ventum,  nel giorno del loro decimo compleanno scoprono di avere dei super poteri.
Ognuno di loro può scatenare un agente atmosferico come vento, pioggia, nebbia, fulmini, tornado…mh_image02

Fulmen, per esempio, sa scagliare potenti fulmini e corre alla velocità della luce.
Nix può far cadere la neve a comando, anche con il sole, e sa far comparire strutture e pupazzi di neve giganti e lancia cristalli di neve paralizzanti.
Nubes fa calare la nebbia che nasconde ogni cosa, confondendo e disorientando i cattivi.
Pluvia ha il totale controllo della pioggia, che può far cadere in ogni momento. Può anche muoversi liberamente da una pozzanghera all’altra, superando ogni ostacolo (o quasi)!
Thermo ha il potere di aumentare la temperatura intorno a sé con un semplice gesto. A che cosa può servire? A cucinare, per esempio. Oppure a congelare qualsiasi cosa!
Ventum ha un soffio potentissimo, che scatena il vento; può spostare anche una nave e risucchiare a sé qualunque cosa. Girando su se stesso può creare un piccolo tornado con cui spostarsi velocemente.

L’avventura inizia quando i sei ragazzini si ritrovano radunati in una centrale meteorologica dove l’intelligenza artificiale Tempus li addestrerà a controllare i loro incredibili poteri, trasformandoli appunto nei MeteoHeroes.

Qual è lo scopo? Giocare e imparare. Attraverso le avventure dei MeteoHeroes i bambini comprendono l’importanza dei valori come il lavoro di squadra e l’amicizia, e imparano i fenomeni atmosferici quelli dell’ecologia e quanto l’uomo può fare per influenzarli. E impareranno, almeno virtualmente, a prendersi cura della Terra. 

Impareranno che se l’uomo smetterà di inquinare il mare buttandoci sacchetti di plastica, i delfini non moriranno soffocati. Impareranno che se l’uomo imparerà ad inquinare meno, i ghiacciai non si scioglieranno più così velocemente e gli orsi polari non si estingueranno.
Impareranno che l’acqua è un bene prezioso e non va sprecata…
Tutto questo… divertendosi!

Luigi Latini, del Centro Epson Meteo, mi ha detto: “Stiamo portando MeteoHeroes nelle scuole e i bambini stanno accogliendo il progetto con molto entusiasmo. Anche le maestre sono contente dell’iniziativa. Ci stiamo muovendo in diverse città e molti istituti ci stanno contattando. Noi del Centro Epson Meteo crediamo molto in questa iniziativa, non è solo una attività ludica, ma un modo per sensibilizzare i bambini al tema dell’ambiente”.

Pluvia, Nix, Thermo, Ventum, Fulmen e Nubes si allenano per esercitare i propri poteri in 6 scenari differenti, dai ghiacci polari al deserto, sempre sotto la supervisione dell’intelligenza artificiale Tempus.

Superando i livelli si conquistano le MeteoCards!
A che servono queste Cards?

Beh! Non vi posso svelare tutto io! Scaricate anche voi l’App e ditemi se piace anche a vostri figli!

Intanto potete dare una sbirciatina al sito: http://www.meteoheroes.com/

Oppure scaricare l’App su Android:
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.tiwi.meteokids

Apple:
https://itunes.apple.com/it/app/meteoheroes-inizia-lavventura/id1140590936?mt=8

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *