Come riconoscere il manipolatore dalla grafia

manipolatore

A nessuno piace essere “manipolati” e “usati”.
Eppure ci sono persone che approfittando della ingenuità, e a volte anche della bontà, degli altri li muovono come marionette.
La cosa migliore è riuscire a individuare subito questi macchinatori e tenerli alla larga.
Ma come riconoscerli? La grafia ci aiuta.
La nostra grafologa Candida Livatino oggi ci spiega proprio quali sono le caratteristiche della scrittura del manipolatore:

“Buongiorno a tutti,
la perdita di valori quali la lealtà e la sincerità, insieme all’egoismo ed alla voglia di soddisfare le proprie ambizioni, soprattutto economiche, rendono sempre più frequente la possibilità di imbattersi in persone che fanno della manipolazione il modo in cui si relazionano con gli altri.
Meglio scoprirlo subito, prima che sia troppo tardi!
Un’occhiata alla scrittura può essere quindi di aiuto.

liva
Il manipolatore ha un calibro (dimensione delle lettere) grande, che denota apertura verso l’interlocutore, finalizzata però solo a soddisfare i suoi bisogni.
Appare disponibile, pronto all’accoglienza, ma in realtà pensa esclusivamente alle sue necessità ed ai suoi obiettivi.
Nella sua scrittura non manca la pendente (inclinazione delle lettere verso destra), tipica di chi è gentile verso le persone, partner compreso, per attirarle a sé e cercare di plasmare i loro comportamenti.
E’ egoista nelle relazioni sociali, così come lo è in amore.

L’attenzione alle esigenze del partner è solo apparente, finalizzata appunto a manipolarne le reazioni.
Alla base c’è da un lato un senso di possesso, dall’altro la non disponibilità a condividere quello che riesce ad ottenere.
Il manipolatore pensa di dare molto al partner, perché sopravvaluta i propri comportamenti, ma in realtà desidera solo ricevere.

Candida Livatino”

COP Livatino Scrivere con il cuore.inddSe volete conoscere cosa dice la grafologia sulle affinità di coppia, o scoprire se il vostro partner è fedele, sincero, vanitoso o geloso, se è più portato per i rapporti duraturi o per le avventure,  e tanto altro ancora, vi ricordo che Candida Livatino ha scritto il terzo libro proprio su questo tema: “Scrivere con il cuore” editore: Sperling & Kupfer.

Candida Livatino ha anche un sito Internet in cui racconta tutte le sue esperienze lavorative e tanto altro ancora.

L’indirizzo :
www.livatinocandida.it

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

8 risposte a “Come riconoscere il manipolatore dalla grafia

  1. Salve. Non credo sia questione di fan particolarmente attivo, ma piuttosto della bontà delle analisi proposte dalla dottoressa. Mi pare infatti ci prenda quasi sempre. Un saluto al Sig. Tulumello.

  2. Buonasera
    Cara sig.ra Maria, leggendo i commenti vedo che è spuntato un altro fan particolarmente attivo. Stranamente con lo stesso nome e con il commento esattamente identico. Altro che fans. Qui gli sponsor si sprecano. Ha ragione Ginger. Se non è il marito è un parente prossimo. Un abbraccio a tutte e due.
    Cordialmente.

    • Ciao a tutti,
      perdonatemi se intervengo.
      Vi assicuro che il Sig. Giacomo Tulumello NON è un parente della grafologa Candida Livatino, ma un fan particolarmente attivo.

  3. Buonasera
    @ giacomo tulumello
    Mi perdoni per la mia curiosità, ma possibile che non ci sia una sola volta, che si trovi in disaccordo con quello che viene raccontato dalla dott.sa Livatino. Con questo non voglio mettere in dubbio la professionalità della stessa, me ne guarderei bene, anche se leggendo i suoi commenti non sempre mi trovo d’accordo con lei. Questo è un campo a me sconosciuto e sinceramente, non saprei come muovermi. Per quanto riguarda la sua infinita ammirazione per la grafologa, mi auguro che anche lei sia un addetto ai lavori. In caso contrario, o lei è un parente molto prossimo, o fa da sponsor. Ho pensato anche a un gettone di presenza, ogni volta che lei esalta le doti professionali della stessa dott.sa. E non sono il solo a essermi accorto della cosa. Molti miei conoscenti, mi hanno detto che lei è il marito. In questo caso, mi scuso per la mia curiosità e le auguro una florida collaborazione con sua moglie. Buona serata.
    Cordialmente.

  4. A nessuno piace essere “manipolati” e “usati”.
    Eppure ci sono persone che approfittando della ingenuità, e a volte anche della bontà, degli altri li muovono come marionette.
    La cosa migliore è riuscire a individuare subito questi macchinatori e tenerli alla larga.
    Ma come riconoscerli? La grafia ci aiuta. Grazie a lei Dott/ssa che con la scienza e con l’ultimo suo libro “Scrivere con il Cuore” ci mette in guardia.

  5. A nessuno piace essere “manipolati” e “usati”.
    Eppure ci sono persone che approfittando della ingenuità, e a volte anche della bontà, degli altri li muovono come marionette.
    La cosa migliore è riuscire a individuare subito questi macchinatori e tenerli alla larga.
    Ma come riconoscerli? La grafia ci aiuta. Grazie a lei Dott/ssa che con la scienza e con l’ultimo suo libro “Scrivere con il Cuore” ci mette in guardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *