Come scrive il sognatore?

“Sognatore” è un termine che va assumendo sempre più una valenza negativa, perché sono il pragmatismo e la praticità le caratteristiche che vengono premiate.

Lo dicono i genitori al figlio che vorrebbe uscire dai canoni precostituiti, la ragazza al fidanzato che lascia un lavoro che non lo gratifica, per inseguire un suo progetto, certamente più incerto, ma più stimolante.

Ma come scrive il sognatore? Ce lo spiega la nostra grafologa Candida Livatino:

Continua a leggere

Un gesto contro la violenza sulle donne

Qualche giorno fa mi ha scritto Carmela, una cara amica di questo blog, chiedendomi di poter condividere un pensiero, un evento.
Ho sempre pensato che questo non sia solo il MIO blog, ma il NOSTRO blog, uno spazio in cui tutte le mamme, tutti i lettori, possono avere il loro spazio, dire la propria opinione attraverso i commenti e proporre argomenti, fatti, storie da condividere.

L’argomento che propone Carmela è profondo e degno di attenzione. Un tema che apparentemente è lontano, ma in realtà è talmente vicino che può toccare ognuno di noi: la violenza sulle donne.

Ecco cosa ci dice Carmela: Continua a leggere

Quando la coppia scoppia con l’arrivo del bebè: come affrontare la crisi

2020coppia-scoppiaIn questo caso il titolo dice tutto: “Quando la coppia scoppia con l’arrivo del bebè: come affrontare la crisi per sopravvivere insieme”.
Non sempre l’arrivo del primo figlio porta solo gioia e felicità. Anzi, nei primi tempi porta anche tanto scompiglio. Nella nuova famiglia tutti gli equilibri sono da settare. E la stanchezza, gli ormoni a palla, il senso di inadeguatezza possono giocare brutti scherzi.
E allora che fare?
Ecco cosa consiglia la psicologa Francesca Santarelli che di casi di questo tipo ne ha visti veramente tanti:

Continua a leggere

Minecraft, i mondi virtuali diventano reali al Milan Games Week2016

minecraftIl mondo del gaming, negli ultimi anni, come ben sapete, è sempre più pensato e realizzato anche per un pubblico giovanissimo.
I bambini imparano velocemente e molto più facilmente di noi adulti.
Vi è mai capitato di farli giocare con il vostro cellulare o con il tablet? Immagino proprio di sì. Ebbene, anche se è un gioco che non hanno mai visto, sembrano conoscerlo da sempre. Con facilità e semplicità passano di livello in livello.
E a volte sono loro a spiegare i trucchetti a noi!

Personalmente sono sempre stata contraria ai giochi violenti e che insegnano la violenza senza il rispetto delle persone (i bambini non sono ancora perfettamente in grado di distinguere il virtuale da reale…). Ma apprezzo sempre più quelli educativi.
Ben venga se i bambini, facendo una cosa che a loro piace, imparano qualcosa di costruttivo. Ovviamente sempre nei limiti di tempo consentiti dagli adulti!

Ed ora, sempre più, la cultura dell’imparare giocando (game based learning) sta progressivamente portando i videogames nell’ambiente scolastico, facendoli diventare veri e propri strumenti educativi.

Minecraft è uno di questi giochi costruttivi. Continua a leggere

Come riconoscere il manipolatore dalla grafia

manipolatore

A nessuno piace essere “manipolati” e “usati”.
Eppure ci sono persone che approfittando della ingenuità, e a volte anche della bontà, degli altri li muovono come marionette.
La cosa migliore è riuscire a individuare subito questi macchinatori e tenerli alla larga.
Ma come riconoscerli? La grafia ci aiuta.
La nostra grafologa Candida Livatino oggi ci spiega proprio quali sono le caratteristiche della scrittura del manipolatore:
Continua a leggere

Quando la nota può insegnare il rispetto per gli altri…

Prendo a pretesto il commento lasciato da CriCri per commentare insieme a voi questa notizia riportata dal TGCOM24:”Disabile spintonato, la prof dà una nota ma i genitori protestano: “Lʼinsegnante si scusi”

Personalmente sono indignata. E se fossi la mamma di quel bambino disabile, pretenderei le scuse non solo dei bulletti che lo hanno maltrattato, ma anche dei rispettivi genitori.

Abbassare i pantaloni in corridoio ad un bambino che non si può difendere è un gioco? Forse, ma di cattivo gusto. E non si fa!
E se per far capire la gravità della cosa serve una nota, allora ben venga.

A scuola non si va per imparare solo la storia, la geografia, le scienze…
La scuola, in collaborazione con le famiglie, deve gettare le basi della buona educazione e del rispetto degli altri.
Valori fondativi che formeranno gli uomini del domani. Continua a leggere

Come gestire i figli quando mamma e papà si separano

La separazione è una decisione difficile e dolorosa per ogni coppia che si dice addio. E diventa ancora più difficile e complessa quando ci sono dei figli, soprattutto se ancora piccoli.
Il sogno della famiglia unita si sgretola, il desiderio di far crescere i propri figli in un ambiente sereno, felice e rilassato viene a mancare, almeno in un primo periodo.
E si soffre ancora di più all’idea di veder soffrire i propri figli per colpe che non gli appartengono.
E allora che fare? Come gestire questa situazione? Quando e come parlare con loro? E come gestire anche il post-separazione, la vita in due case diverse, senza farli sentire dei “pacchi postali”?

Oggi affrontiamo questo argomento delicato con la psicologa Francesca Santarelli.
Ecco cosa ci consiglia:

Continua a leggere

La magia di HalLeoWeen è a Leolandia!

 

Al parco divertimenti di Capriate San Gervasio è già tutto “zuccoso” e “stregoso”.
Bollono pentole magiche, gigantesche, e la pozione magica è presto svelata: sano divertimento, risate di bambini, stupore, meraviglia e un pizzico di spensieratezza e allegria.
Noi ci siamo andati sabato scorso e si respirava proprio la magia di HalLEOween!
Ad accoglierci tante streghe dalle calze a righe nere e arancioni ed un “acchiappa fantasmi” sui trampoli. Continua a leggere

Come scrive l’infedele? Pochi caratteri della sua grafia lo inchiodano!

tradimento

La settimana scorsa abbiamo parlato di fedeltà, oggi parleremo invece di INFEDELTA’.
C’è chi proprio, nonostante i buoni propositi e le tante promesse, non riesce a non tradire.
Come riconoscere queste persone? Ancora una volta la grafia ci corre in aiuto.
Oggi la nostra Candida Livatino ci spiegherà come riconoscere l’infedele:
Continua a leggere