Tra moglie e marito non mettere il dito… ma neanche la casa!

Un classico: due fidanzati innamorati si sposano con la promessa che sarà per sempre.
Non sanno dove andare a vivere.
Allora il papà dello sposo, per aiutare la nuova famiglia, mette a disposizione una casa di sua proprietà, dandola in comodato d’uso.
Dopo la nascita di due figli, purtroppo, il sogno si infrange. La coppia scoppia e i due sposini, diventati genitori, decidono di prendere strade differenti.
Chi deve lasciare la casa?

Il giudice decide: la casa rimane alla moglie-mamma con i figli.
Il marito fa i bagagli e se ne va.
Ma al suocero questa sentenza non va bene. La casa è sua. Si appella.
Perde anche in appello.
Si rivolge alla Cassazione.

Cosa decide la Suprema Corte?
E’ tutto scritto nero su bianco sul blog “Il professionista.it”

Lo immaginate già?
Fino a che ci sono i figli (oltretutto minorenni) la nuora con i nipotini possono, anzi devono, continuare a vivere nella stessa casa.

Poi, si vedrà. Intanto il suocero si ritrova con un pugno di mosche in mano.

Non è troppo?

Posso capire se la casa fosse stata di proprietà del papà, ossia del marito. Ma in questo caso è del suocero. Vi sembra giusto?

Mha! Sinceramente credo a volte la legge italiana tuteli in maniera esagerata la donna-mamma con figli, trascurando l’uomo-padre.

Ma questa storia è un classico che si ripete. Di storie come queste, infatti, ne ho sentite tante, anche se con sfumature diverse…

Ad esempio: una signora a me tanto cara regalò al figlio una cornice con uno specchio, antica, stupenda. Apparteneva alla famiglia da generazioni e lei l’ha voluta donare al figlio in occasione di un compleanno.
Dopo la separazione la cornice è rimasta a casa dell’ex. La suocera rivuole la cornice, la ex nuora non gliela vuole rendere. Per lei è un regalo fatta alla coppia, alla casa, non al figlio.
Ovviamente non si sono rivolti all’avvocato.
Ma secondo voi… chi deve avere la cornice?

 

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

22 risposte a “Tra moglie e marito non mettere il dito… ma neanche la casa!

  1. @rosa77: anche io come te al pensiero di non vivere tutti i giorni con mio figlio mi sento male, pero’ mi metto nei panni di mio marito che sicuramente proverebbe la stessa cosa..per questo dico che bisogna essere molto maturi e intelligenti da mettere al primo posto il bene del bambino rinunciando a dei tempi da passare con lui…Penso ad esempio a Matthew quando ci racconta di quanto gli mancano quando non sono con lui mi fa capire quanto sia dura e quanta forza ci voglia specie quando come dice ge1977 la separazione la subisci…pero’ per amore dei figli si fa di tutto

  2. una cosa è certa….è una cosa molto delicata….e sicuramente difficile da gestire! sicuramente l’affido congiunto è la soluzione migliore…anche se per quello ke ha “subito” la separazione credo sia difficilissimo!!!!
    come ha detto silviafede…spero di non passarci mai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *