I neonati succhiano il latte quando riconoscono l’odore della madre

Non aveva ancora aperto gli occhi, era appena venuto al mondo, ma già cercava il mio seno. Mi sembrò una magia. Una sensazione unica.

Sapeva già tutto, sapeva perfettamente cosa fare e come farlo. Si posizionò vicino al capezzolo, aprì quella boccuccia come un uccellino, e cominciò a ciucciare con una tale forza che il giorno dopo avevo già i primi tagli (che dolore!).

“Possibile che abbia così tanta fame?”. Chiesi all’ostetrica che era con me.

“Si è attaccato come una ventosa – aggiunsi- ed è nato solo da due minuti”.

Lei sorrise e mi rispose: “Cerca la mamma”.

L’ostetrica aveva perfettamente ragione. Ed ora è stato dimostrato scientificamente: i neonati provano l’impulso a succhiare il latte quando riconoscono l’odore della mamma.

L’allattamento è quindi una risposta dell’organismo del bimbo all’apprendimento della combinazione unica di odori materni.
Appena nato, il bebè è immediatamente esposto al liquido amniotico della sua mamma e reagisce a questo odore, iniziando a nutrirsi. Questo è quanto è emerso da una ricerca promossa dal Wellcome Trust Sanger Institute coordinata da Darren Logan e descritta su ‘Current Biology’.

Il pensiero prevalente ritiene che i feromoni – sostanze chimiche che attivano un comportamento innato – influenzino la risposta del neonato, spingendolo a succhiare attraverso un impulso innato.

Il nuovo studio britannico sostiene, invece, che si impari a riconoscere l’odore prima che sopraggiunga il comportamento. “Ci aspettavamo di rilevare un ruolo significativo del feromone nel controllo dei comportamenti dei topi lattanti, ma abbiamo trovato un meccanismo completamente diverso”, ha spiegato Darren Logan, autore principale dello studio. “Abbiamo dimostrato per la prima volta che l’allattamento non è una risposta al feromone nei topi, ma una risposta appresa, fondata sul riconoscimento di un mix di odori:. il profumo unico della madre”.

Non so quale delle due teorie sia quella veritiera.

Per me ciò che spinge il neonato verso la mamma è semplicemente magia.
Una sensazione così particolare, così forte che non riesco a descrivere.
So solo che quando ho visto quell’esserino piccolo e indifeso aggrapparsi con tutta la sua forza alla vita, a me, ho preso coscienza di quanto fosse successo: ero diventata mamma.
Momenti unici e irripetibili. Ricordi indelebili nella mia mente.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

24 risposte a “I neonati succhiano il latte quando riconoscono l’odore della madre

  1. Quando la senior ha compiuto i 18 anni le abbiamo regalato un libro con tutte le sue fotografie più significative dal momento della nascita in su. Quando è nata avevo scritto una poesia/racconto e ho voluto inserirla nell’album e poi alla fine abbiamo scritto una lettera insieme a mio marito. Si è commossa dalla felicità è stato bellissimo vederla così, tutti eravamo commossi. Perciò quando darete il ricordo della loro nascita sarà un regalo immenso credetemi. Lo custodisce molto molto gelosamente!!!

  2. @Matthew: sono sicura che anche il diario della mamma sara’ un bel regalo, come quello che ha fatto anche Sonia, pero’ mi sono messa nei panni della figlia femmina e del suo papa’, come nel mio caso, il giorno in cui e’ nato Fede il nostro rapporto si e’ come rafforzato, non so come spiegartelo a parole tanto lo vivrai fra un po’ di anni…quindi credo che il tuo regalo, consegnargli le tue emozioni del momento in cui e’ nata, abbia davvero un valore grandissimo. E’ come dire che la presenza della mamma sia per la figlia (che sicuramente chiedera’ consigli su gravidanza e parto proprio alla mamma) che per il filgio maschio e’ quasi scontata, ma quella di un papa’ attento e sensibile in certi momenti e’ un tesoro prezioso e per fortuna non piu’ cosi’ raro…ho rivissuto la mia esperienza, mio papa’ mi ha parlato e guardato come mai prima e ti auguro di viverlo con la stessa intensita’…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *