Le manine nel naso? Non si fa!

Mettere le dita nel naso? Non si fa!
E’ inappropriato, scostumato. Contro le regole del buon costume e della buona educazione.

Ma dite la verità… chi di voi non lo ha mai fatto o non lo fa?
Nell’intimità, pulire le stanze segrete della signora narice è un piacere che non ha rivali. Un gesto che viene naturale, istintivo. Quasi rilassante. Un po’ come toccarsi i capelli. No… di più!

E anche nei bambini evoca sensazioni ed emozioni piacevoli.
In questo buco nascosto e accogliente c’è da grattare.
Per i piccolissimi, invece, è un luogo da esplorare e scoprire. E poi perdersi in quegli anfratti gli dà calore, li rassicura. Più o meno come le coccole, con il vantaggio che il dito esploratore è sempre presente e pronto all’uso.

Secondo alcuni studiosi questo gesto ha anche un significato penetrativo che anticipa il comportamento sessuale adulto. Ma io non mi spingerei oltre! 😉
Allora se è così piacevole, se è così arcaico, istintivo, perché negarlo?

Perché non è così che si comporta un bambino bravo ed educato.

Quindi sono solo paturnie da grandi?

In realtà, leggo su Figli Felici, alla lunga potrebbe diventare un problema di convenienza prima e di igiene poi.

E allora se un bambino si mette ripetutamente le mani nel naso cosa dobbiamo e possiamo fare?

Secondo gli esperti di Riza quando i bambini sono piccoli, fino ai due-tre anni, sgridarli e toglierli le mani, con gesto deciso, dal naso è assolutamente controproducente. Meglio sorvolare, smetteranno da soli.

Se invece, dopo i tre anni, continua a ripetere il gesto, allora è opportuno intervenire cercando di spostare il loro interesse verso altre parti del corpo meno sconvenienti.

E se diventa un tic?
Bisogna avere pazienza. In genere il tic nasce da un’ansia, da un momento di stress. Conviene allora studiare, capire, e risalire alla radice, al motivo che li agita. Che può essere qualsiasi cosa: l’arrivo del fratellino, un litigio al nido, una nuova maestra, la babysitter nuova, etc.

In ogni caso no alle sgridate e no alle punizioni. Non funzionano, anzi esasperano il comportamento.

Trovate delle attività che impegnano le mani: fate biscotti, giocate con il pongo. E spazio alla fantasia!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

4 risposte a “Le manine nel naso? Non si fa!

  1. Maria hai proprio ragione io ammetto di farlo qualche volta, ovviamente in privato e ovviamente dopo mi lavo le mani…pero’ vallo a spiegare a un bimbo piccolo che da soli si puo’ e di fronte agli altri no? Quindi anche noi quando Fede lo fa lo riprendiamo dicendo che per il naso ci sono i fazzoletti e non si usano le mani, per ora e’ capitato abbastanza raramente per fortuna.
    Secondo me e’ una prassi piu’ comune di quanto la gente volgia ammettere…

  2. Mia figlia purtroppo lo fa…e siccome sa che noi nn vogliamo, si gira di lato o si nasconde…nn so se sbagliamo ma noi la prendiamo sul ridere…
    Sarà maleducato ma…alla fine sono bambini….non fanno nulla di male, secondo me, per cui si può sorvolare!!!
    E poi tante volte mi è capitato di vedere un adulto in fila al semaforo “alla ricerca del tesoro”…di lui che dire allora??

  3. Non l’ho mai visto fare al mio bimbo di due anni e mezzo!E sinceramente a volte mi sono anche stupita di questo perchè non sempre ha il nasino ben pulito e conoscendo i bimbi…Mi sono detta che probabilmente non gli crea troppo fastidio qualche crosticina nel naso…Mha!Staremo a vedere più avanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *