A.A.A cercasi… ricetta per Halloween

Tessa Gelisio, per le nuove puntate di Cotto e Mangiato, sta cercando delle ricette sfiziose e stregate inviate dagli utenti da preparare.
Il tema è Halloween.
Avete già qualche idea? Cosa preparerete con i vostri bimbi per la notte più mostruosa dell’anno? Dolcetti o scherzetti?
E avete dei piatti di zucca nel cassetto?
Mandate le vostre ricette, se volete, sulla pagina Facebook di Cotto e Mangiato!

Io l’anno scorso mi sono fatta trovare assolutamente impreparata.
Ad un certo punto della serata ho sentito il campanello, ho aperto la porta e mi sono trovata davanti una decina di bambini urlanti: “Dolcetto o scherzetto?”

“Cavolo, e ora cosa gli do?”, ho pensato. Ho fatto fuori tutta la mia riserva di cioccolatini vari. Ma non erano in tema Halloween.

Quest’anno vorrei farmi trovare preparatissima. Ma io, di mio, ho poche idee! Quindi una volta che avete inviato la ricetta a Tessa, per favore… preparate i dolcetti, fate le foto e inviatemele a vivalamamma@mediaset.it.

Pubblicherò tutte le foto e così, chi vorrà, potrà seguire le vostre orme stregate!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

4 risposte a “A.A.A cercasi… ricetta per Halloween

  1. una bella torta fatta a foma di ragno
    si segue la vs ricetta preferita per il pan di spagna o torta margherita, si cuoce in una ciotola deve venire una semisfera, si taglia orizzontalmente e si farcisce come meglio si desidera, si ricompone, si cosparge di nutella e si copre interamente con codette al cioccolato, quindi con grissini o mikado si fanno le zampette…due smarties o due nocciole per gli occhi e la torta spaventosamente buona e adatta ad halloween è pronta per la festa

  2. ciao ragazze, non è una vera e propria ricetta, dei miei amici fanno spesso la festa per Halloween
    per se stessi e i loro figli viviamo lontani per cui ho visto le foto ma non ci sono mai andata. Sono dei tramezzini di pane bianco, ritagliano la forma della bara, farciti a piacere e sopra la croce rossa colore sangue (ketchup ). Sono buoni e fanno un gran effetto. 🙂

  3. Se ho tempo stasera mando a Maria la foto di questi biscotti fatti l’anno scorso e penso che quest’anno li riproporrò dato il successo! da noi non passano tanti bambini, avevo raddoppiato le dosi e cosi c’era un dito per tutti 😀 mia mamma invece li ha fatti e li ha messi sul tavolo al posto del centrotavola per addobbare la casa! che impressione! Sono sincera però, avevo provato varie ricette, ma la più soddisfacente l’ho trovata sul sito GialloZafferano quindi non è farina del mio sacco.
    Se volete cercare sul sito, troverete anche le foto passo passo della ricetta!
    Dosi per 22 dita circa:
    100 g Burro
    280 g Farina
    1 cucchiaino raso di lievito in polvere
    1 pizzico di sale
    1 uovo media gradenzza
    1 bustina di vanillina
    100 g zucchero a velo
    …per guarnire:
    Mandorle intere pelate 22
    marmellata qb

    E’ più facile a farsi che a dirsi, vi assicuro:
    In una ciotola ammalgamate farina, burro freddo tagliato a pezzi, uovo, zucchero a velo, vanillina, sale e lievito fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Formate un salsicciotto, dividetelo in pezzetti del peso di circa 25 gr l’uno, otterrete circa 20-22 pezzetti. Trasformate ogni salsicciotto in un bastoncino della lunghezza di circa 10-12 cm. Sagomate le nocche delle dita assottigliando la pasta, rigatele poi leggermente con un coltellino dalla lama liscia (prendete la vostra mano come esempio per fare “i taglietti”). Sulla punta delle dita, mettete una mandorla spellata, pressandola leggermente: sarà l’unghia. Mettete i biscotti su di una teglia precedentemente foderata con carta da forno, lasciando uno spazio tra l’una e l’altra. Infornate i biscotti a 180° C in forno già caldo, per circa 20 minuti (badateli perchè comunque fanno in fretta e poi ogni forno è a se!). Se notate che qualche mandorla si è staccata dalla punta delle dita (succede sempre) allora mettete (ancora con i biscotti caldini) un velo sottile di marmellata sul biscotto (io uso un pennellino da cucina per non metterne troppa), nel buco lasciato dalla mandorla staccata, riappoggiatevi sopra la mandorla e fate raffreddare tutto. Si solidificherà e non si staccherà più l’unghia! 🙂
    Sono buonissimi e di gran effetto! Se fate le rughine e le pieghe e le nocche bene sembreranno delle dita vere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *