Buon San Valentino!

Buon San Valentino a tutti!
Ieri sera, presa dai miei pensieri, faticavo ad addormentarmi. E mi è venuto in mente il post dello scorso anno su San Valentino.
Ve lo ricordate?
C’erano tante coppie in crisi.
Sembra passato un secolo da quel giorno, e invece si tratta di un anno esatto!
E a distanza di 365 giorni quelle stesse coppie non solo si sono ritrovate, ma hanno anche deciso di fare un regalo al mondo: un figlio!

Roberta30, ad esempio, a giorni dovrebbe partorire!
Siamo in trepida attesa di notizie!!

E allora ho pensato che in fondo, anche se poco sdolcinato e un po’ contro corrente, forse quel post ha portato un pizzico di fortuna!

Così, anche se in questa festa io non credo affatto (mi pare solo un pretesto commerciale), comincio ugualmente la giornata dicendovi: Buon San Valentino a tutti!

E se riuscite ad organizzare per questa sera una bella cenetta a due… approfittatene!

In fondo… è una occasione in più per scambiarsi una bella dose di coccole! E quelle non fanno mai male e non sono mai troppe 😉

Io? 🙁 Come al solito predico bene e razzolo male!
Per stasera con i cuccioli abbiamo in programma una cosa sicuramente meno romantica: realizzare la maschera di carnevale per papà!
Quindi cartoncino, forbici e tanti colori e pennarelli…
Ieri ne abbiamo disegnate due: una per Marco e una per Luca.
Oggi tocca a quella del papà e infine, forse, a quella per me!

Lo so, è un programma poco adatto all’occasione. Ma con due pargoletti che aspettano tutto il giorno che arrivi la sera per stare con mamma e papà… la vita di coppia rimane un filo indietro.

Ma a noi, in fondo, va bene anche così
(Lo dico e lo scrivo per convincermi? 🙂 :))

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

53 risposte a “Buon San Valentino!

  1. @Silvia77 : noi ci sentiamo spesso con Roberta30 tramite il suo blog ed oggi ha mesos un post bellissimo sulla sua famiglia…oggi pomeriggio si ricovera e domani finalmente vedra’ la sua Francesca proprio il giorno del compleanno del suo papa’! Il sito te lo scrivera’ sicuramente Maria, ma e’ molto carino…

  2. @Maria: grazie anche a te per il sostegno! Ho letto il testo, è molto bello e triste, ma è vero.

    In realtà, la notte non è così dura. Sono di quelle che, grazie al cielo, se stanca emotivamente crolla dal sonno e dorme. Magari sogno strane cose, ma dormo. Certe volte, però, quando suona la sveglia, vorrei solo richiudere gli occhi e dimenticare tutto.

    In un certo senso, la parte più dura è il giorno. E’ sperare di ricevere una chiamata. E’ mandargli un messaggio sapendo che non ci sarà risposta.
    E’ sapere che tutt’intorno, i colleghi/e tornano a casa e trovano mariti e fidanzati. E’ avere un groppo in gola e non poter urlare.

    La sera spengo il cellulare, mi leggo qualcosa o vedo un film, mi distraggo.

    Devo farmi un segnapunti da freccette con la sua faccia. Forse mi sentirei meglio!

    Grazie ancora a tutte per le vostre parole. Spero che tutta questa brutta situazione volga al meglio.

  3. MIMI…quello lì era un ragno femmina xè è stato furbo.
    Sai il ragno Maschio (mononeurone) cos’ha detto alla mosca (ovviamente femmina)?
    “vieni qui che ti insegno a tessere” e la mosca “non grazie preferisco filare!”
    mamma mia oggi son davvero scema, vado a fare l’appello ai miei neuroni!
    @Maria…ma notizie di Roberta30?

    • Mi ha scritto ieri… stiamo cercando di combinare un matrimonio tra uno dei miei figli e la piccola francesca che nascerà domani!
      Ovviamente scherzo. Sta bene… aspettiamo notizie domani! Speriamo vada tutto per il meglio! 🙂
      Lo sai che adesso acnhe robi ha un blog, vero?

  4. @ Silvia: no, no, tranquilla, non ho intenzione di buttarmi subito in un’altra relazione. Non sono il tipo. E poi lasciare un ragazzo pur essendone ancora innamorata è una bella botta e non voglio che un altro poveraccio ci sia messo in mezzo.
    Sto aspettando aprile per prendere una decisione definitiva. Per sentire cosa fa. Non lo so nemmeno io perché. Voglio dargli modo di spiegarsi, se c’è da spiegare. E voglio guardarlo in faccia, nel momento in cui ci si dovesse dire addio. Voglio che veda che cosa ha combinato. Voglio che veda la ragazza che dice di amare più della sua vita che se ne va, se così dovrà essere.

    Per me gira gira sono tutti uguali. Chi ha il lavoro, chi la partita di calcetto, chi questo e chi quello. Loro vengono sempre prima e il resto quando c’è tempo.
    Fanno credere che non è così ma la verità salta fuori, alla fine.

    Come disse il ragno alla mosca “Non c’è nulla da temere”. Sì certo, come no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *