Come possiamo capire se i nostri figli sono vittime di bullismo?

Il bullismo in Italia è un fenomeno purtroppo dilagante. Secondo gli ultimi dati Istat (che si riferiscono al 2014) un ragazzino su due ne sarebbe vittima, soprattutto nella fascia compresa tra gli 11 e i 17 anni. Anche se l’età definita “più critica” è quella delle scuole medie, tra gli 11 e i 13 anni.
Generalmente i “bulli” prendono di mira ragazzi con una bassa autostima e infieriscono. Come? Inizialmente con parolacce e insulti, poi si passa alla derisione per l’aspetto fisico e si può finire anche (nel 4% dei casi) a vessazioni fisiche con botte, calci e pugni…
Le conseguenze sono amare. Ma come possiamo accorgerci se i nostri figli sono vittime di bullismo?

Ne parliamo con la Psicologa Amica Francesca Santarelli: Continua a leggere

Separazione, la battaglia dove tutto è lecito? I consigli della psicologa

Oggi con la psicologa amica, la dottoressa Francesca Santarelli, torniamo a parlare di separazioni.
C’è una frase del suo intervento che mi ha colpita: “E’ difficile unirsi per dividersi, eppure è l’unico modo per preservare gli elementi di continuità che permangono anche quando tutto sembra ormai finito”.

Durante separazioni, tra la mura domestiche, volano parole che a volte feriscono molto più che i coltelli. I colpi bassi diventano all’ordine del giorno. E il rancore condisce il tutto facendo diventare questa difficile esperienza ancora più dolorosa.

E’ vero, è un lutto. In fondo è il funerale del “progetto famiglia” così come era stato pensato nel meraviglioso giorno del “sì”.

Eppure c’è un modo per evitare che si arrivi all’esasperazione.

Ecco cosa ci consiglia la dottoressa Santarelli: Continua a leggere

E se Babbo Natale non portasse i regali chiesti dai bambini nella letterina?

“Luca hai scritto la lettera a Babbo Natale?”, ho chiesto qualche settimana fa a mio figlio.
E lui: “Sì, gli ho chiesto la PS4 con Fifa17 (perché la 18 costa troppo). Oppure la Nintendo Switch”
Io: “Luca, ma sono regali veramente importanti. Aggiungi anche qualcosa di più fattibile, altrimenti rischi di non ricevere proprio nulla!”
Allora lui ha aggiunto una riga: “Babbo, se proprio non riesci, allora mi va bene anche un regalo a sorpresa”.
Ma non mi sembrava molto convinto. Questa rettifica non lo soddisfaceva pienamente.
E infatti dopo qualche giorno è tornato a casa, ha ripreso la letterina e ha cancellato l’ultima riga.
Io: “Luca, perché lo hai fatto? Perché io voglio solo uno di quei due giochi. Se gli lascio l’opzione sorpresa, lui mi porta la cosa che piace a lui, non quella che piace a me”
A quel punto gli ho risposto: “Sappi che ti stai accollando il rischio di non ricevere proprio nulla!”

Qualche giorno dopo, parlando con la Psicologa Dora Siervo, le ho chiesto: “E se Babbo Natale non esaudisse i desideri dei bambini?”
Come possono reagire i piccoli davanti a una delusione di questo tipo?
Ecco cosa ci risponde la psicologa: Continua a leggere

Genitori separati e alienazione genitoriale

Oggi la nostra Psicologa Amica Francesca Santarelli affronta un tema purtroppo comune a molti genitori separati con figli: “L’alienazione genitoriale”.
In tempi di pace tutti sanno che parlare male dell’altro genitore è un atteggiamento sbagliato che danneggia i figli e lascia loro cicatrici difficili da sanare. Ma in tempi non di pace, quando la separazione è dolorosa, capita di perdere il lume della ragione e di sfogare i propri sentimenti sui figli.
E quando il rancore è tanto, si può arrivare al punto di far sentire l’altro genitore escluso… alienato,… odiato.

Ecco cosa ci dice su questo tema la dottoressa Santarelli: Continua a leggere

La balbuzie e tic correlati

E’ davvero con piacere che do il benvenuto su questo Blog alla dottoressa Dora Siervo, psicoterapeuta che si occupa di disagio psicologico e, in particolar modo, di tematiche inerenti alla psicosomatica.
La dott.ssa Dora Siervo, insieme alla dott.ssa Francesca Santarelli ci aiuteranno ad affrontare meglio e ad approfondire alcuni temi che per noi genitori, spesso, sono fonte di preoccupazione.
Oggi in particolare la dott. Siervo affronterà un tema caro e molti: la balbuzie e i tic correlati.
Ecco cosa ci dice in merito: Continua a leggere

Estate, bimbi in vacanza con i nonni

La scuola è finita ormai da qualche settimana. I bambini probabilmente sono già alle prese con campus estivi, GREST, centri ricreativi. I più fortunati, magari, hanno già fatto dei giorni di vacanza con mamma e papà al mare, in montagna..
Ma quanti di voi hanno a disposizione i nonni e non “approfittano” della loro disponibilità?
E quanti di voi si sentono tranquilli a mandare i propri figli in vacanza solo con i nonni?
Di questo argomento parliamo oggi con la nostra psicologa amica, la dottoressa Francesca Santarelli. Ecco cosa ci dice in merito: Continua a leggere

Come si può aiutare un bambino balbuziente? Risponde la psicologa

Oggi con la dottoressa Francesca Santarelli torniamo a parlare di un tema che sta a cuore a molti genitori e che spesso è anche fonte di preoccupazioni: la balbuzie.
Capita, ed è anche abbastanza frequente, che i bambini da un giorno all’altro comincino a balbettare. Spesso a questa difficoltà di parlare fluentemente si associano anche forme di tic. 
Che fare? Possiamo aiutare in qualche modo questi bambini? E come?
Ecco cosa ci dice in merito la psicologa Santarelli:
Continua a leggere

Terrible Two: mio figlio dice sempre no!

Prima o poi arriva per tutte le mamme: è il TERRIBLE TWO!
Il loro bimbo a due anni cambia il proprio comportamento, tocca il traguardo dei cosiddetti terribili 2, ovvero quel periodo dei NO che i bambini attraversano tra i 18 mesi e i 3/ 4 anni, e che di solito dura da qualche mese ad un anno.

I bambini diventano testardi, ingestibili, capricciosi, dicono di NO a qualsiasi proposta, anche quando la gradiscono.
Terrible Two è un modo di dire degli inglesi per descrivere la fatica che spesso si trovano a vivere i genitori che hanno bimbi di questa età.

E allora cosa si può fare? 
Ne parliamo con la psicologa Francesca Santarelli. Ecco cosa ci consiglia: Continua a leggere