Scuola di calcio o scuola di vita?

Ci risiamo.
Si cambia squadra, si cambia società, ma alla fine si rivivono sempre le stesse scene.

Sto parlando ancora di calcio, quello che dovrebbe essere a nove anni, secondo me, ancora un gioco. Divertimento. Attività sportiva. E invece…
E invece a volte più che una scuola di calcio diventa una scuola di vita che non risparmia delusioni e pianti. Continua a leggere

Quando i primi giorni di scuola diventano una corsa ad ostacoli…

Le ferie bisognerebbe prenderle a settembre, non ad agosto!

Non per andare al mare, per godere dell’estate settembrina. No, no. Ma per superare con nonchalance la corsa ad ostacoli rappresentata dalla riapertura della scuola.

Per fortuna che esistono i campus anche nelle prime settimane del mese di settembre. Certo, bisogna mettere mano al portafoglio, visto che non sono tanto economici (ma questo è un altro discorso). Almeno sono una soluzione.

Poi finalmente arriva il primo giorno di scuola. Finalmente… Ho scritto finalmente?
E invece non finisce un bel niente. Ma comincia tutto. Continua a leggere

Pronti, partenza… via. Quasi. Anzi no

Settembre dovrebbe essere un mese tranquillo. Nelle settimane post ferie si dovrebbe ancora beneficiare di quella dose di forza e coraggio accumulata durante le vacanze estive.
Come una medicina a rilascio modificato, di quelle il cui effetto dura a lungo nel tempo, anche se a dose minima, il relax accumulato dovrebbe sortire gli effetti sperati fino alle vacanze successive, praticamente a Natale.
Non so se avete notato l’uso smodato del condizionale “DOVREBBE”. Sì proprio “dovrebbe”.

Perché nei fatti, invece, non va proprio così. E mi chiedo? Come mai le mie riserve si sono consumate anzitempo, praticamente nei due giorni dopo il rientro dalle ferie?

Delle vacanze al mare l’unica cosa che mi rimane, oltre al ricordo, è la pelle un po’ più scura, che avrebbe tanto bisogno di scrub.
Poi, complice anche il cattivo tempo che imperversa da giorni, il calo delle temperature e i forti temporali, mi sento già proiettata verso le giornate autunnali.

E come tutti gli autunno-inverno che si rispettino, ci sono tutti gli incastri da fare. Continua a leggere

La “Magia” di Gardaland!

Basta dire “Gardaland” e tutti pensano al parco divertimento più grande d’Italia.
E’ vero! Ma Gardaland non è solo questo. Vi assicuro, è molto di più.
Ho avuto l’onore e il privilegio di partecipare alla conferenza stampa annuale per la presentazione della stagione 2019, l’anno della Magia.
Mentre mio marito e i miei figli erano al parco (avevamo fatto un patto: loro avrebbero fatto tutte le giostre adrenaliniche al mattino e poi tutti insieme ci saremmo goduti gli spettacoli nel pomeriggio!), io ero nella sala conferenza ad ascoltare il Ceo di Gardaland, Aldo Maria Vigevani.

E’ stato bello vedere il parco con altri occhi. Con gli occhi di chi ci lavora, di chi ogni anno studia nuovi spettacoli, nuove attrazioni per divertire il pubblico e anche per garantire la sicurezza e la massima ospitalità. Un dato tra tanti. Sapete quanta gente lavora nel parco? Oltre 1.500 persone quando è a pieno regime. Una bella realtà italiana!

Continua a leggere

Ma quale festa della mamma…

Lo so che per molte di voi la “Festa della Mamma” è solo un evento commerciale, senza un vero significato. E probabilmente in altre occasioni sarei stata d’accordo con voi.
Ma quest’anno no. Non so per quale motivo, per quale recondito stato d’animo, per quale forma di insoddisfazione latente che alberga dentro di me, ma quest’anno ci tenevo a ricevere almeno un “Auguri Mamma!”, un disegnino, una frase scritta su un pezzo di carta volante. Un segno. Niente di prezioso a livello economico, ma di immensamente importante per me, per la mia anima, per il mio essere mamma.

Evidentemente ho sbagliato qualcosa. Forse ho sbagliato in origine, nell’aspettarmi qualcosa. Ma senza farne mistero, ci sono rimasta male, molto male. Continua a leggere

Bufala Village apre le porte a Caserta

Sarà che mi piace tantissimo la mozzarella di bufala, sarà che ho trovato il “Bufala Village” una iniziativa veramente carina per i più piccini, sarà che mi piacerebbe tanto partecipare, sarà, sarà sarà…. ma è arrivato questo comunicato stampa per VivaLaMamma e ho voluto condividerlo con tutti voi. Magari qualcuno che ci sta leggendo riuscirà a partecipare e a inviarci un feedback.

L’iniziativa è al suo anno “zero”. Dove debutta? Nel Parco Maria Carolina, a pochi passi dalla Reggia di Caserta dal 31 Maggio al 2 Giugno.

Una fattoria didattica dove grandi e piccini potranno conoscere la Bufala Mediterranea Italiana e imparare tante cose utili e interessanti legate all’attività agricola e all’educazione alimentare. Continua a leggere

Il paradiso dei bambini piccoli si chiama Leolandia

Devo proprio dirlo, per Leolandia quest’anno la stagione si è aperta sotto i migliori auspici: il 16 marzo scorso a coccolare grandi e bambini oltre alle tante attrazioni, personaggi e spettacoli c’era anche un meraviglioso cielo terzo e un sole caldo.
Gli ingredienti giusti per una giornata perfetta.

Ogni anno che passa il parco diventa sempre più bello per i bambini. Il target è 0-10 anni. Ma sabato scorso ho provato un senso di invidia per i bambini di 4-5-6 anni, per loro è un vero paradiso popolato dai loro personaggi più amati.

E’ come se mia madre mi avesse portato ai miei tempi in un parco divertimenti con Candy Candy, Dolce Remy, Mazinga Zeta, Goldrake e Jeeg Robot d’acciaio e avessi potuto scattare una foto con Terence, il fidanzato di Candy Candy…. Ve lo ricordate? Che sogno!! Continua a leggere

Baby blues, come affrontarlo, come superarlo

E’ il momento più atteso e desiderato da molte donne: la nascita del proprio figlio.
Ma proprio quando ci si dovrebbe sentire al settimo cielo, con il cuore gonfio di felicità, un senso di inadeguatezza mista a tristezza assale tante neo mamme. Si tratta del “Baby Blues”.
Perché ci si sente così? Cosa si può fare? Bisogna chiedere aiuto o si può superare questo momento da sole?
A tutte queste domande risponde oggi la dottoressa Francesca Santarelli, la nostra Psicologa Amica. Continua a leggere

Auguri a tutti i papà!

Stamattina sono andata in camera dei ragazzi, li ho svegliati e ho detto loro: “Ragazzi oggi è la festa del papà, fate gli auguri a vostro padre quando andate in cucina a fare la colazione!”
Il primo ad arrivare è stato Luca.
Io: “Allora?”
Lui: “Allora che?… Ah! sì… BUON COMPLEANNO PAPA'”
Mio marito, che tecnicamente stava facendo colazione, ma era ancora in dormiveglia, ci ha pensato un attimo e ha risposto: “Ma oggi non è il mio compleanno!”
E Luca: “Mamma, ma allora perché mi hai detto che gli dovevo fare gli auguri?
Io: “Perché oggi è la festa del papà! Auguri…!” Continua a leggere

#SchoolStrike4Climate

Ci sono tante cose che ci rendono orgogliosi dei nostri figli.

Oggi, secondo me, dovremmo essere orgogliosi per la loro forza e il loro coraggio di ribellarsi al mondo degli adulti chiedendo più rispetto per il clima, per il loro futuro, per il mondo che lasceremo nelle loro mani.
Oggi nelle varie piazze di tutto il mondo gli studenti sfilano con cartelli e cartelloni bellissimi che indicano la via, ciò che si dovrebbe fare per salvare il nostro pianeta.


E a proposito di figli, in questa foto che ho pubblicato c’è Marco con il suo amico Alessandro. Diverse settimane fa, appena saputo di questa manifestazione e di quanto stava facendo Greta Thunberg, la sedicenne promotrice di questo movimento, Marco e Ale decisero che anche loro, nel loro piccolo avrebbero contribuito. Continua a leggere