Come riconoscere l’introverso dalla grafia

alla scrittura, ormai lo sappiamo, possiamo scoprire tante cose del carattere delle persone. Basta osservare come scrivono.
Oggi insieme alla grafologa Candida Livatino impareremo a conoscere la grafia dell’introverso.
Ecco cosa ci dice:

Se si confrontano le scritture di persone con caratteri diversi o addirittura opposti, in pochi casi le differenze sono così evidenti come quando si osservano quelle dell’estroverso e dell’introverso.

Il primo occupa tutto il foglio e la dimensione delle lettere è grande.

La scrittura del secondo è invece piccola, evidenziando sensibilità e timidezza.

I margini intorno al testo sono abbondanti ed equilibrati.

L’introverso tende a proteggersi e fatica ad esprimere le sue emozioni, anche quando le vive intensamente.

Non riesce ad esprimerle, preferisce tenere dentro di sé gioie e dolori.

Il suo partner ideale è una persona che riesca a cogliere i suoi sentimenti più intimi e magari lo aiuti a manifestarli, senza però pretendere grandi slanci ed effusioni.

La sua scrittura è controllata e verticale.

Non segue le mode,  perché non gli interessa adeguarsi agli altri.

Ha quasi sempre una posizione molto personale, che vuole che rimanga tale, senza farsi prendere dalla tentazione di convincere anche altri.

La leggerezza del gesto grafico segnala una certa carenza di energia e di determinazione.

Candida Livatino

COP Livatino Scrivere con il cuore.inddSe volete conoscere cosa dice la grafologia sulle affinità di coppia, o scoprire se il vostro partner è fedele, sincero, vanitoso o geloso, se è più portato per i rapporti duraturi o per le avventure,  e tanto altro ancora, vi ricordo che Candida Livatino ha scritto il terzo libro proprio su questo tema: “Scrivere con il cuore” editore: Sperling & Kupfer.

Candida Livatino ha anche un sito Internet in cui racconta tutte le sue esperienze lavorative e tanto altro ancora.

L’indirizzo :
www.livatinocandida.it

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *