Come riconoscere dalla grafia il “geloso”

gelosia

Un pizzico di gelosia, si sa, fa piacere un po’ a tutti e a tutte.
Ci si sente apprezzati, desiderati…
Ma perché sia una gelosia “sana” non deve superare il pizzico.
Quando è troppa diventa una malattia!

Ma come fare a riconoscere la persona gelosa?
Attraverso la scrittura. Oggi la nostra grafologa Candida Livatino ci spiegherà come riconoscere la persona gelosa osservando la sua grafia:

“Un pizzico di gelosia da parte del partner può anche far piacere, aumenta l’autostima.

Se però è eccessiva diventa un problema: può anche portare a conseguenze molto spiacevoli, a volte anche tragiche, come i recenti fatti di cronaca dimostrano.liva1

E’ bene quindi cercare di capire da subito se alcuni segnali possono essere preoccupanti ed in questo ci può aiutare l’analisi grafologica.

La scrittura del geloso è molto precisa, quasi scolastica.

Denota difficoltà ad abbandonare le certezze acquisite e la paura di aprirsi alle novità.

C’è il timore di perdere le “cose” proprie ed il partner è tra queste.

E’ una scrittura pendente, ad indicare una certa invidia verso quelle persone che il geloso ritiene immeritatamente più fortunate di lui.

E’ anche angolosa, tipica di chi si irrita facilmente e può avere reazioni violente.

C’è un ultimo segno che identifica il geloso: lo stretto tra lettere, proprio di chi in una coppia è capace di prendere, ma non di dare.

 

Un caro saluto.

Candida Livatino”

 

COP Livatino Scrivere con il cuore.inddSe volete conoscere cosa dice la grafologia sulle affinità di coppia, o scoprire se il vostro partner è fedele, sincero, vanitoso o geloso, se è più portato per i rapporti duraturi o per le avventure,  e tanto altro ancora, vi ricordo che Candida Livatino ha scritto il terzo libro proprio su questo tema: “Scrivere con il cuore” editore: Sperling & Kupfer.

Candida Livatino ha anche un sito Internet in cui racconta tutte le sue esperienze lavorative e tanto altro ancora.

L’indirizzo :
www.livatinocandida.it

 

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Come riconoscere dalla grafia il “geloso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *