Ditemi un po’: come si regola l’orario nei bambini?

Gli smartphone si regolano da soli. Anche pc e strumenti elettronici vari passano senza problemi dall’ora legale all’ora solare.
Mio figlio Luca no.
Lui ha una sveglia biologica puntualissima incorporata e non ci sono pulsanti da schiacciare o lancette da spostare per fargli capire che è cambiato l’orario e che può stare nel letto un’ora in più!

Quindi è da domenica mattina che alle sei in punto arriva e dice: “Ci alziamo? E’ giorno. C’è la luce. Ho fame. Facciamo colazione?”

La soluzione?
Aspettare e pazientare una settimana o forse due prima che si abitui al nuovo orario.

Oppure?

Il Codacons propone soluzione che non mi dispiace affatto: eliminare l’ora solare e far valere quella legale tutto l’anno.
“Secondo alcuni studiosi americani – spiega l’associazione – lo sfasamento di un’ora determina, in un bambino su due, disturbi del sonno. E risintonizzare i ritmi biologici provoca un disagio per
l’organismo, anche negli individui adulti”.

In base ad una ricerca effettuata dal Codacons, l’iniziativa sarebbe condivisa dall’80% degli italiani, stufi dei continui cambi tra ora solare e ora legale. In tal modo si avrebbe il vantaggio di recuperare l’ora di luce anche in inverno, “senza subire però il costo economico e il disagio legato all’aggiustamento dell’orario: aggiornamenti sistemi informatici, orari dei treni, termostati temporizzati, dvd, agende elettroniche, radiosveglie, orologi nelle auto, problemi nelle transazioni finanziarie”.
Inoltre nel risparmio “vanno conteggiati tutti i costi relativi ai problemi di insonnia e sonnolenza – prosegue il Codacons – che incidono pesantemente sulla produttività nella prima settimana lavorativa successiva al cambio”. “Ricordiamo – conclude il Codacons – che in farmacia, a seguito del cambio ora
solare/ora legale, si impennano anche le vendite di prodotti contro il jetlag”.

Voi cosa ne pensate?

I vostri figli hanno “sentito” il cambio dell’orario?

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Ditemi un po’: come si regola l’orario nei bambini?

  1. Anche a me il cambio d’orario scombussola , certo dopo qualche giorno mi abituo pero’ mi piacerebbe un’ora di luce in piu’ d’inverno….ieri alle 17,30 gia’ tramontava il sole e questo mi pesa un po’
    Mio figlio invece si abitua all’istante e ieri mattina si e’ svegliato alle 10 mentre io alle 7 ero gia’ in piedi!!

  2. Siiiii! Maria per me va bene l’ora legale tutto l’anno.
    Come Luca mi ci vorrà minimo una settimana per abituarmi. Disturbi di sonno/veglia. Quando erano lattanti era una lotta per abituarli al nuovo orario, ma subito desistevo, nel lettone, seno e si tornava a dormire. Adesso solo Luca soffre del cambio. combinazione o è il nome che porta sti disagi?

  3. Io non sono d’accordo. A me sta bene avere 2 orari. Secondo me dipende da come si affrontano le cose. Onestamente non mi dispiace avere più buio d’inverno. Non è certamente questo che mi impedisce di uscire se volessi. Per lo sfasamento che dire. Non è che ne soffro più di tanto x lo stesso motivo. Le mie figlie idem. Anche da piccole non mi sono fatta troppi problemi. Se si svegliavano ancora con l’orario vecchio…beh rispondevo che si potevano alzare….la mamma sarebbe restata un altro pochino. Ahahah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *