I maschietti da piccoli amano le bambole

Quante volte abbiamo parlato di bambini maschi che amano giocare con la cucina, con le carrozzine e con le bambole?
E quante volte abbiamo detto: “Non c’è nulla di male, lasciamoli fare!”?

Ebbene adesso a darci ragione c’è anche una ricerca condotta da Paola Escudero della University of Western Sydney con la collaborazione della University of California che attesta che i bambini non nascono con preferenze di genere, ma le sviluppano quando crescono.
Anzi a dirla tutta, da piccolissimi e fino ai cinque mesi, i maschietti sono più attratti dalle bambole.

La ricerca, pubblicata sul Journal of Experimental Child Psychology, ha usato tecnologia di tracking degli occhi per determinare l’oggetto o il giocattolo preferito.
Su uno schermo venivano proiettati due oggetti differenti, misurando la durata e la frequenza degli sguardi per verificare le preferenze. “Le preferenze che si osservano a cinque mesi non hanno a che fare con la biologia”, scrive Escudero. “Sono le pressioni sociali, i genitori, altre persone, che inducono i bambini a preferire cose specifiche al loro sesso”.

Vi sono diverse spiegazioni per lo sviluppo di differenze di genere più tardi nella vita, aggiunge la psicologa. La società può insegnare ai bambini quali oggetti dovrebbero preferire, a seconda del sesso, man mano che maturano. Poi vi è il possibile effetto dello sviluppo cognitivo, in cui i cambiamenti nel cervello creano una preferenza per certe cose piuttosto che altre. Infine, i mutamenti ormonali possono dirigere le scelte dei bambini mentre crescono.

“Il testosterone induce i maschi a impegnarsi in giochi più forti e con oggetti che permettono loro di esporre o sfruttare quella maniera di giocare, mentre l’estrogeno induce all’interazione con l’ambiente sociale”, spiega Escudero.

Saranno comunque necessarie ulteriori ricerche per determinare quali di questi fattori sono determinanti nello sviluppo delle preferenze.

Che dire? Perfettamente d’accordo.

Marco e Luca da piccoli amavano molto giocare con le bambole e anche con pentole e pentoline. Adesso che Luca è un po’ più grandicello giocano molto a fare la lotta (ahimè… ahimè).
Prediligono i giochi molto fisici e i travestimenti.
Supereroi che devono proteggere l’umanità… e intanto si menano!

Non amano invece giocare con auto, moto, aerei e non tifano neppure per nessuna delle squadre di calcio. Forse perché  né io né mio marito coltiviamo simili passioni. In questa fase della loro vita forse è più la famiglia ad influenzarli, che la società. Almeno questa è l’impressione che ho osservandoli!

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “I maschietti da piccoli amano le bambole

  1. Il mio piccolo di due anni adora tutto ciò che e’su ruote però, giocando con le bimbe vicine di casa, mi sono accorta che impazziva per un carrello della spesa con dentro frutta e verdura giocattolo e poi quando cucino sta attaccato a me e tira fuori tutti i pentolini e così a natale ecco qua……. E’arrivata una cucina giocattolo che gli piace da morire!

  2. Quando era più piccolo ad Andrea piaceva giocare con camion, moto, macchinine e trenini, ma gli piaceva anche la barbie, le altre bambole no, solo la barbie. Senza problemi gliel’ho comprata, e subito il padre gli ha portato Ken con il fuoristrada. Barbie doveva avere un fidanzato. Agli altri due la barbie non piaceva.

  3. I miei due ometti hanno casa invasa da Lego, macchinine, moto, pokemon e una marea di giochi “maschili” ma, ce sempre un ma, quando sono in cucina mi stanno sempre addosso. Uno spadella l’altro gioca a fare dolci, sughi etc.
    E allora ho avuto un’idea… nella palestra in cui fanno karate il sabato pomeriggio la mia istruttrice fa corsi di cucina per bambini e detto fatto li ho iscritti. Felicissimi loro e felice io che mi portano a casa metà cena :):):)
    Poi dopo cena una lotta con mosse di karate ci sta sempre e va bene così 🙂

  4. Io ho due figli maschi … uno di sette anni e l’altro di tre … giocano solo con camion, ruspe e macchinine e gli adorati LEGO … sinceramente non mi hanno mai chiesto ne bambole ne altri giocattoli prettamente da bambina … se li avessero voluti comunque glieli avrei comprati senza problemi …

  5. Riccardo, ora 8 anni, ha giocato con le bambole, pentoline e passeggino insieme alla cugina coetanea e lei giocava con spade, archi e macchine. Si regolavano da soli ed era una meraviglia vederli giocare insieme adattandosi autonomamente alle esigenze l’uno dell’altra. Ancora giocano insieme, lui ha ken e lei barbie, lei si veste da principessa e lui è il supereroe che la salva e la protegge…. e quando non trovano un gioco di fantasia tirano fuori il Monopoli e passano ore così. A breve nascerà il mio secondo figlio ( maschio) e se vorrà una bambola la comprerò anche a lui

  6. mio figlio di due anni e mezzo è istintivamente attratto da moto e macchine giocattolo..tutto cio’ che le ruote ma i passeggini con le bambole non li disdegna…forse perchè hanno le ruote…. 🙂

  7. Filippo quando era più piccolo adorava il gioco della cucina…aveva anche un carrellino della spesa che adorava spingere!….ora un po’ meno, anche perchè…mi faccio aiutare davvero in cucina, penso ne abbia abbastanza! Però le bambole mai piaciute, e anche pelouches e simil.. niente! Ora, da qualche tempo, invece, ha “scoperto” i pupazzi e i pelouches. Ci gioca, li accudisce, li coccola….ma le bambole non gli piacciono, solo i pupazzi di animali o simili. E poi per lui la costante, fin da piccolo, sono i treni! Treni treni treni!!! E delle moto (io e mio marito siamo entrambi motociclisti) nulla! meglio le macchinine per lui. bah! E il calcio? Io e mio marito lo detestiamo, a lui non dispiace, ma non di più.
    Come sono strani i nostri bimbi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *