7 giu

Da dove vengono i bambini?

Sul blog di Giro Giro Bimbo, che riprende il programma in onda su La5 e condotto da Hellen Idding, la pecialista pediatra Lucia Romeo ci dà qualche suggerimento sul tema: “cosa rispondere se il bambino chiede: da dove vengono i bambini?
L’esperta consiglia ai genitori di dare delle risposte certe (del tipo: “è frutto dell’amore tra mamma e papà”) e di non provare neppure a dare delle spiegazioni tecnico scientifico, almeno fino a che i bimbi sono molto piccoli.
In età scolare, quando saranno in grado di comprendere meglio, magari si potrà riprendere il discorso con maggiori approfondimenti.
Ed effettivamente anche io ho sempre risposto in questo modo. Solo che un paio di settimane fa Marco mi ha chiesto: “Mamma i bambini prima di nascere sono nella pancia della loro mamma, vero?”
Io: “Sì, certo”
E lui: “Ma poi come fanno ad uscire? Da dove escono questi bambini?”
E mio marito, che era accanto a me, ridendo sotto i baffi, ha detto: “Sì, sì, pure io lo voglio sapere, da dove escono questi bambini?”
Ero nell’imbarazzo più totale.

Volevo strozzare mio marito che se la rideva.

E volevo rispondere a Marco: “Dall’ombelico!”.

Ma non si dicono le bugie.

Alla fine gli ho detto: “I dottori  fanno un piccolo taglietto sulla pancia della mamma e i bambini escono”.

Praticamente gli ho raccontato del parto cesareo! In fondo non è una bugia, ma una mezza verità!

Per fortuna non mi ha chiesto di vedere la cicatrice! Mi è andata bene.

Ma voi cosa avreste risposto?

OkNotizie

« Torna alla home

Viva la mamma

27 Commenti a “Da dove vengono i bambini?”

  1. Ale Scrive:

    Maria, ho dato ad Andrea la tua stessa risposta, solo che nel suo caso era vero!!!! :-)

  2. SilviaFede Scrive:

    Maria io ho risposto esattamente come te alla stessa domanda di Fede…non ho saputo trovare niente di meglio da dire, in fondo alcuni di noi nascono cosi’ (io ad esempio) …
    Lui mi ha chiesto anche dove era prima di stare nella mia pancia e per ora ho riposto in cielo con gli altri bambini che devono ancora nascere e sembra che si sia accontentato della mia spiegazione…dirgli che non esisteva e non era da nessuna parte non mi piace
    Invece mia nipote quando aveva 6 anni mi chiese diretta “ho capito bene come escono i bambini dalla pancia ma io voglio sapere come entrano…e non mi dire che mamma e papa’ si vogliono bene…” io le ho detto di chiedere alla mamma…saro’ stata codarda ma davvero non sapevo cosa dire!

  3. Redazione (Maria) Scrive:

    @Silviafede: mi hai fatto morire dal ridere! Stupenda tua nipote!

  4. Ale Scrive:

    @SilviaFede: anche io gli ho detto che prima della pancia era in cielo! Direi che questa spiegazione l’ha soddisfatto anche perchè sa che anche chi muore è in cielo. Andando all’asilo dalle suore, il concetto di “cielo” è piuttosto presente ….

  5. Carmela Scrive:

    Quando aspettavo il primo bambino ho detto a mio marito che se fosse stato maschio ci avrebbe pensato lui, femmina lo avrei fatto io. Me la sono tirata: 3 maschi.Secondo voi quando il pargolo ha chiesto notizie? Quando il padre non c’era. Ho risposto più o meno come voi. piccolo taglietto sulla pancia. Con mio marito abbiamo raggiunto un accordo: tutto quello che riguarderà il sesso, toccherà a lui spiegare. In fondo, ragazze, se fossero state 3 femmine, pensate che mi avrebbe dato una mano? No. Tutto il resto lo faccio io, questo tocca a lui.Speriamo solo che chiedano spiegazioni quando è presente il padre, altrimenti mi tocca fare come Silviafede che ha detto alla nipotina di chiedere alla sua mamma.

  6. vale82 Scrive:

    eles ha fatto molte domabde quando doveva nascere bianca.anche noi abbiamo detto taglietto sulla pancia.che alla fine non è una bugia.anche noi abbiamo detto che prima era in cielo con gli altri bimbi che devono ancora nascere.e ll omanda come arrivano nella pancia…abbiamo spiegato che nel pisellino dei maschi c’è un semino che quando mamma papà si vogliono bene e decidobo va nellpancia della mamma dove c’è un’ovetto c.si uniscono e da lì si forma un bimbo.per fortuna non ha chiesto come arriva il semino nella pancia della mamma.
    esto è successo mesi fa quando ancora doveva nascere bianca.poi un asettimaa fa eles ha oluto prendere dalla biblioteca un libro che mi ha detto aver letto a scuola con le maestre che cobsiglio a chi deve affrontare questi argomebti coi bimbi così piccoli.si intitola “pisellini e farfalline-come sono diveri i maschi e le bambine”.
    carino.anche s poi in privato io e mio marito ci siamo fatti di quelle risate…

  7. ciocco73 Scrive:

    Quando capita di rivedere delle foto vecchie (es. un cd con le foto delle vacanze pre-Luca) ecco che arriva la fatidica domanda “mamma c’ero anch’io? ero nella tua pancia?” e io “no amore, non eri ancora nella mia pancia, eri tra le nuvole a tenere compagnia agli angioletti, nel mio cuore e nei miei pensieri” e poi arriva la richiesta “mamma mi racconti come sono nato?” e via …
    una volta sola mi ha chiesto come nascono i bambini, ma avendo appena visto un episodio di “siamo fatti così” proprio sulla nascita (mannaggia a me! ;-) ), mi sono avventurata… e così gli ho spiegato che i maschi devono dare il loro semino alla mamma che lo mette nella pancia dentro un piccolo ovetto e da lì nascono i bimbi, naturalmente ci vogliono tante coccole, tanto tempo e tanto amore tra mamma e papà… poi i bimbi, che sono piccoli come fagiolini, crescono crescono crescono, le mamme vanno all’ospedale e lì nascono i bambini (x fortuna non gli è ancora venuta la curiosità di sapere come…). le mamme e i bimbi stanno qualche giorno in ospedale e poi tornano a casa…
    penso che queste domande me le faccia spesso xchè da poco è nato il suo ultimo cuginetto e qualche compagno di classe ha avuto fratellini/sorelline…
    e qui una nota dolente…ogni tanto ci dice ” quando c’è il fratellino faremo così, faremo cosà…” e poi “mamma ma quando mi fai il fratellino?” e io “amore ci vuole tempo e non è detto che arriverà” … :-(

  8. ginger70 Scrive:

    ahahahh fantastiche!!! jacopo quando vede le foto della pancia dice che li c’era lui che un dono del cielo lo ha fatto arrivare alla sua mamma e suo papà!!
    nel suo caso poi il taglio ( idem come voi l’ho detto pure io) poi cìè veramente vedi cesareo.

  9. mimi Scrive:

    Mia mamma diceva che quando non eravamo ancora nati, eravamo sulla Luna! :)

  10. rosa77 Scrive:

    anche io ho risposto come tutte voi, è stato più semplice perchè ho avuto due cesari programmati x cui nessun imbarazzo, ci sarà tempo…. vedremo quando queste domande arriveranno anche con Manuel.

  11. genziana Scrive:

    Premetto sono una nonna….e anche un po’ datata,bisogna dire quello che piu’ si avvicina alla verita’.Quando avevo i miei figli piccoli ho comprato un libro per bambini francese e l’ho lasciato in giro per casa ,ogni tanto gli davano una occhiata e l’argomento e’ stato chiarito con semplicita’ domanda x domanda.Con i miei nipoti ho fatto lo stesso,in collaborazione strettissima con i genitori ,mi sembra che la cosa per adesso sia riuscita(sono piccoli,8 e 5 anni)Auguri a tutti i genitori il percorso e’ ancora lungo e pieno di insidie ,ma bisogna pur cominciare!!!!!!!!

  12. maridome Scrive:

    Ahaha Maria immagino la scena! A mia figlia ho mentito spudoratamente ho detto che li porta la cicogna, però poi sono rimasta in cinta della sorellina e sapeva che era nella mia panciona, per fortuna non ha voluto sapere come ci è entrata!!! Per quanto riguarda “l’uscita” invece ho detto esattamente la tua stessa cosa: che la dottoressa ha fatto un taglietto… Ma mi sono organizzata e quando saà un po’ più grandina le farò vedere un libretto fantastico che spiega il tutto molto semplicemente ;)

  13. mary84 Scrive:

    mai dire che nascono dall’ ombelico!
    poi ti succede come a noi:
    eravamo al parco delle Cornelle e abbiamo assistito a un parto “in prima linea” di una mamma Capriolo!
    è stato emozionante, e anche tanto…
    ma 1° domanda dei bambini:
    mamma ma agli animali non nascono i bimbi dall’ ombelico come a voi mamme?
    mmmmm…

  14. Enza Scrive:

    Anch’io aspetto con un pò di terrore la domanda successiva: come arriva il semino all’uovo?????

  15. Aurelia Scrive:

    aimè….credo che dovrò improvvisare e spiegare una doppia situazione, i bambini di pancia e i bambini di cuore!!!!
    Poi magari dirgli che la cicogna era talmente stanca e distratta che sbagliò indirizzo e che noi ci abbiamo messo un pò per capire l’indirizzo giusto…..e che quel meraviglioso e indimenticabile 20 luglio 2010, quando ci ha guardato x la prima volta con i suoi grandi occhioni da cerbiatto ci voleva quasi dire….mamma, papà…finalmente ce l’avete fatta a capire dove mi aveva portato la cicogna, io ero qui che aspettavo voi!!!! :'(

  16. Redazione (Maria) Scrive:

    @Aurelia: i bambini cuore… che bello!

  17. mimi Scrive:

    @Aurelia: è una bellissima storia, sicuramente capirà :)

    Sarebbe da farci un libretto illustrato, sia?

  18. sonia Scrive:

    Grande Aurelia!

  19. Carmela Scrive:

    @Aurelia: Bellissima spiegazione! Si capisce dalle tue parole che viene dal cuore. mi sa che la prendo in prestito. Posso?
    Ha ragione Mimi, verrebbe fuori un libretto fantastico.

  20. Carmela Scrive:

    @Maria: Ciao Maria, questa notte ho buttato giù di getto un breve racconto sui Bambini e Mamme di cuore. Non è male. Se vuoi leggerlo te lo invio.
    Buona serata.

  21. Redazione (Maria) Scrive:

    @Carmela: se ti va di condividerlo con tutti noi, mandamelo e io lo pubblico!

  22. Carmela Scrive:

    @Maria: No Maria pubblicarlo non credo sia il caso. Cӏ una parte vera e qualcuno si potrebbe risentire. (Non credo frequenti questo blog, ma non si sa mai) Comunque, se vuoi inviarlo a chi lo desidera fai pure. Adesso non sono al mio computer, te lo invio questa sera.
    Buona serata.

  23. SilviaFede Scrive:

    @Carmela: leggo solo ora. mi piacerebbe tanto leggere il tuo racconto…se non ti creo problemi potresti dare il permesso a Maria di inviarmelo? Grazie di cuore…se non ti va pero’ capiro’…

  24. Carmela Scrive:

    @Maria. puoi inviare tranquillamente il racconto a SilviaFede.
    @SilviaFede, non ho problemi, ho già detto a Maria in una e-mail che può farci quello che vuole, anche pubblicarlo o modificarlo. L’ho scritto in due ore di notte e lì per lì mi sembrava carino, adesso non tanto, mi sembra banale. Ne ho scritto anche un altro, che non c’entra niente con mamme e bambini, ambientazione circa 70 d.c. Piccolo, meno di due pagine word. se ti piace leggere te lo faccio avere.
    Ciao, buona giornata.

  25. ciocco73 Scrive:

    @Carmela: io adoro leggere, anche e soprattutto storie ambientate nel passato. posso avere tutti e due i racconti da leggere? tramite mail di maria si intende… ;-) sono proprio curiosa…
    anche una collega di mio marito scrive ed ha pubblicato un romanzo ambientato a Gerusalemme nel periodo della diaspora…mio marito me lo ha regalato a natale ed è stato carino leggerlo.

  26. SilviaFede Scrive:

    @Carmela: grazie! Sarei davvero felice di leggerti…aspetto l’aiuto di Maria allora…

  27. Carmela Scrive:

    @Ciocco73. Si, certo. questa sera mando anche l’altro racconto a Maria.
    Se vi pace leggere, cercherò il modo di farvi avere anche gli altri scritti. Ma questi sono due romanzi, anche abbastanza lunghi. uno è terminato ed è in correzione, il secondo ancora non l’ho terminato. Forse il secondo ti piacerebbe, si parla di rincarnazione di anime gemelle che non si riconoscono, è ambientato ai giorni nostri, ma con flash-back dell’ Italia meridionale della metà del 1700.

Lascia un Commento

Current ye@r *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.