Zaini troppo pesanti e troppi compiti da fare a casa. Il sociologo: questo modello è sbagliato

La mia nipotina, che sabato scorso ha compiuto sei anni, sta frequentando la prima elementare.

Visto che non ci vedevamo da tempo, domenica mi ha fatto vedere cosa sta facendo a scuola, cosa sta imparando.
Sono andata per prendere lo zaino… e a momenti non ci lascio appeso il braccio. Pesava un accidenti.
“Ma Rebby, che ci tieni dentro?”
E lei: “Zia, i libri, i quaderni, il borsello”.

Ve lo giuro: tra libri e quaderni ne aveva almeno una dozzina. Continua a leggere

Il castello…


Sabato scorso siamo stati ad Aosta. Non proprio Aosta città, ma in una frazione di un paesino limitrofo arroccato tra i monti. Insomma a casa di mio fratello.
Il motivo che ci ha spinto ad andare lassù? La mia adorata nipotina ha spento la sua sesta candelina e la sua zia preferita, nella fattispecie io, non poteva mancare all’evento.
Era da settimane che la piccola mi chiamava al telefono chiedendomi, super eccitata, sempre la stessa cosa: “Zia, ma voi venite alla mia festa?” “Ti devo spedire l’invito?” “Te lo posso dare quando vieni?” “Ma Marco e Luca vengono?”. “E lo zio?” Continua a leggere

Tata uccide a coltellate due bimbi

Queste sono le notizie che una mamma non vorrebbe mai leggere: New York, tata uccide a coltellate due bimbi.
I due bambini avevano due e sei anni, più o meno l’età dei mie due marmocchi.
E la mamma è rientrata in casa alle cinque e mezza di sera, dopo essere andata a lavoro.
Ossia più o meno come facciamo tutte noi.
Non oso neppure immaginare il dolore di quella donna. Io penso che impazzirei….

Infertilità? Interruzione di gravidanza? La causa potrebbe essere il sangue denso


Una donna su cinque colpite da ripetuti aborti spontanei soffre di una patologia che rende il suo sangue troppo denso e rischia di far arrivare al bimbo poco ossigeno, causando interruzioni della gravidanza.
Ma ancora oggi poche donne sono sottoposte al test che svelerebbe la presenza del problema, mentre molte vengono ‘etichettate’ come infertili.
A evidenziare il fenomeno sono gli esperti intervenuti a una conferenza a Londra, presso il Royal College of Physicians, sulla sindrome di Hughes, caratterizzata dal sangue ‘viscoso’. Continua a leggere

Disostruzione pediatrica: i cinque colpi che salvano il bambino

Manovra di disostruzione


Un bambino alla settimana in Italia perde la vita per ostruzione delle vie aeree.
Non vi voglio spaventare o allarmare. Ma questi sono, purtroppo, dei dati veri.
Parliamo di disostruzione pediatrica. Lo so che questo è un tema che abbiamo affrontato tante volte. Ma lo faremo anche oggi e chissà quante volte ancora. Perché mai come in questo caso “repetita iuvant”.
Il pretesto per parlare di questo argomento importante ce lo dà Federica Panicucci che, nel suo salotto di Mattino Cinque, ha ospitato Marco Squicciarini, medico specialista nelle manovre di disostruzione.
Ma quali sono i bambini più a rischio?
Quelli che hanno un’età compresa tra i due e i quattro/cinque anni.

Continua a leggere

I sogni erotici di mamma e papà


Eccoci arrivati all’appuntamento con la nostra grafologa Candida Livatino.
Oggi non parleremo di bambini, metteremo da parte per una volta i figli, e ci occuperemo di mamma e papà, o meglio dei loro sogni… più privati, nascosti, erotici.

I sogni, lo sappiamo bene, non si comandano. Non possiamo decidere noi cosa sognare, chi, come e quando.
Ma ditemi la verità: quante volte avete sognato di fare sesso con uno sconosciuto, oppure con un collega, o con un amico o con un conoscente?
Oppure, quante volte avete sognato l’ex? Magari anche in pose che dal vivo non avete mai visto? 🙂

E’ solo un sogno, certo. Non voluto. Ma così incredibilmente reale da lasciare addosso un senso di stordimento e incredulità.
Dalla voce, al tatto, all’atto sembrava tutto così vero…

Ma cosa significa sognare il tradimento? Ce lo svela Candida Livatino
Continua a leggere

Tosse e raffreddori: antibiotici sì o no?

Io ho la fortuna di avere una pediatra che gli antibiotici li prescrive con il contagocce e solo in casi strettamente necessari. Prima verifica che si tratti realmente di infezione batterica.
In caso di febbre o raffreddore, consiglia i metodi più classici: tachipirina quando la febbre sale, e poi tanto riposo, latte caldo e miele.

Ma non tutti i genitori sono disposti ad aspettare lunghi tempi di guarigione. Soprattutto quelli che lavorano in due e non hanno nonni vicini.
Per un raffreddore del bambino chi si può permettere di tenerlo a casa per una settimana?
La babysitter costa!
E così sono gli stessi genitori a chiedere ai pediatri la somministrazione degli antibiotici.
Vi sembra incredibile? Ma vi assicuro che è così!

Poi ci sono anche i pediatri che, per evitare eventuali complicazioni, nel dubbio, una copertura antibiotica la prescrivono ugualmente.

E così il nostro Belpaese in Europa è tra quelli (insieme a Grecia e Spagna) che fa più uso (o abuso) di antibiotici. Insomma un’altra maglia nera per l’Italia! Continua a leggere