Punture di insetti? Niente creme e cremine, ecco cosa fare

Oggi fa un po’ freddino e questo post sembra quasi fuori luogo. Ma fino a una settimana fa sembrava estate e c’erano già tante zanzare pronte a lasciare il loro segno sui bambini e anche sugli adulti.
Ma qual è la cosa migliore da fare in caso di puntura di insetto? Crema di calendula, estratto di camomilla, pomata con il cortisone?
Secondo gli esperti niente di tutto ciò e assicurano che per alleviare il fastidio le persone dovrebbero utilizzare un panno bagnato piuttosto che cercare rimedi alternativi.

Lo afferma uno studio dei ricercatori del Drug and Therapeutics Bulletin che evidenziano come ci siano poche prove che creme, anti infiammatori o addirittura antidolorifici possano servire nel caso di punture di insetti.

La maggior parte delle punture proviene da moscerini, zanzare, mosche, pulci e cimici con una varietà di rimedi proposti sui banchi delle farmacie. Ma, secondo lo studio, molte delle soluzioni vendute non sono state testate per tali scopi e quindi risultano pressoché inefficaci. Sarebbe meglio utilizzare un panno di flanella bagnato in acqua fredda, nonostante organi autorevoli come la NHS Choices suggeriscano l’utilizzo di specifici trattamenti.

Il vicedirettore di Drug and Therapeutics Bulletin, David Phizackerley, ha sottolineato: “La gente utilizza molto soluzioni mediche per lenire il dolore e il fastidio causato dalle punture di insetti. E’ bene che sappia che nella maggior parte dei casi, le punture andranno via da sole senza l’utilizzo di agenti esterni“.

8 risposte a “Punture di insetti? Niente creme e cremine, ecco cosa fare

  1. Buongiorno.,visto il bel tempo,due giorni fa mi sono recato in montagna
    il giorno dopo(circa 48 ore dopo)sulle caviglie ed anche 3/4 sul corpo.
    sono comparse delle macchie rosso fuoco, con prurito forte,.
    come posso rimediare a tutto questo vi ringrazio anticipatamente.
    Giorgio leonardo

  2. la mia nipotina, quando viene morsa da zanzara o moscerino, si gonfia e in modo esagerato e la parte interessata diventa tumefatta. La mamma usa una crema a base di cortisone, ma per tornare normale passano anche 3 giorni.
    E’ possibile che la crema faccia più male che bene?
    grazie
    Franca

  3. io consiglio allume di potassio che si trova in erboristeria, costa poco, è una pietra cristallina e trasparente che va bagnata e poi passata nei punti pizzicati, asciuga quasi istantaneamente togliendo immediatamente il fastidio e prurito, ottima la uso da anni

  4. le mie figlie charlotte e crystal iniziano a grattarsi come pazze ma io di solito uso antizanzare.pero anche se ho tutte le finestre chiuse entrano sempre che faccio ???????!!!!!!!!: (

  5. in genere preferisco prevenire che curare in questi casi…quando il tempo è bello e so che trascorreremo del tempo all’aperto cerco sempre di ricordare di spalmare dei repelleti x insetti per far sì che marco non abbia punture…e anche d estate prima di andare a letto..poi se becchiamo qualche puntura pazienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *