Il 118 dedicato ai bambini

Ai casi di emergenza, spesso, non ci vogliamo neppure pensare. Eppure c’è gente che spende la propria vita proprio per questo. Che si impegna non solo a soccorrere fisicamente i bambini, ma anche a dare il giusto aiuto psicologico ai piccoli e ai genitori. E anche cerca di insegnare ai futuri uomini cosa fare in caso di bisogno.

Proprio per sensibilizzare adulti e bambini al tema dell’emergenza è nato un nuovo sito dedicato al soccorso bimbi, si chiama “118 bimbi”. Il sito, curato dall’Associazione “118bimbi Giorgio Patrizio Nannini – ONLUS”.

Si legge sul sito: “L’Associazione intende organizzare e svolgere attività finalizzate a: Incentivare l’informazione, la formazione e l’aggiornamento professionale del personale sanitario e della cittadinanza.

Promuovere, fornire consulenza allo sviluppo di iniziative volte specialmente a ridurre lo stato di disagio del bambino durante il soccorso ed il trasporto in ambulanza o altri mezzi di soccorso, fornire sostegno psicofisico al bambino.

Coinvolgere e sensibilizzare gli enti pubblici, le Aziende Sanitarie, i mezzi di informazione e la società sui problemi e le necessità del bambino e dei suoi genitori.

Promuovere e collaborare con la scuola dell’obbligo per favorire lo sviluppo di attività che avvicinino i bambini ed i ragazzi al mondo del soccorso.”

Interlocutori privilegiati, oltre agli stessi bambini, i genitori, gli insegnanti e tutti gli operatori dell’emergenza che già hanno attivato o hanno in programma di attivare iniziative per insegnare ai più piccoli il corretto approccio al 118.

Su “www.118bimbi.it” saranno pubblicati i progetti più interessanti, in modo da renderli patrimonio comune. E’ previsto anche uno spazio dedicato alla psicologia dei più piccoli, con la possibilità di porre domande allo psicologo.

Sul sito sono già stati accreditati e resi disponibili due progetti di formazione rivolti al mondo della scuola, realizzati rispettivamente dalla Misericordia di Livorno e dall’AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza) della Lombardia. Il campo della formazione all’emergenza sanitaria dei bambini – e’ scritto in una nota – è in gran parte ancora da esplorare e la corretta educazione alla chiamata di emergenza e al primo soccorso e’ nel nostro Paese ancora da perseguire.

Che dire, spero nel mio piccolo, di aver contribuito a diffondere l’indirizzo di questo sito.

In bocca al lupo a “www.118bimbi.it”.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *