Profumo di tetta: l’odore del seno materno rende irresistibile il latte per i neonati!

Ok, lo ammetto: ogni tanto (ma proprio ogni tanto) giusto per divertirmi un po’, quando i miei bimbi erano piccoli piccoli e volevano allattare, giocavo con la mia tetta.
Quando erano lì, pronti per la pappa, con gli occhi chiusi e la boccuccia aperta, come dei piccoli uccellini, io spostavo il capezzolo giù, su, a destra e sinistra e loro muovevano esattamente nello stesso verso la bocca, come se avessero un radar di precisione.
Avete mai provato? Sono incredibili!
Ora sono agli sgoccioli. Luca ha 17 mesi e pian piano sta smettendo di allattare. Si attacca solo la sera per qualche minuto prima di addormentarsi. E ogni tanto ancora gli faccio questo simpatico scherzetto e, anche adesso che è grandicello, ha un fiuto da mastino. Riesce a beccare il capezzolo ad occhi chiusi e a primo colpo!
Ma come è possibile che  questi piccoli riescano sempre e in ogni circostanza a trovare il capezzolo senza mancare un colpo?
Sarà l’odore del latte, pensavo. Avranno l’olfatto particolarmente sviluppato come gli altri cuccioli di animali.

Fuochino!

Oggi ho trovato la vera risposta: i neonati trovano irresistibile l’odore del seno materno, e quando sono affamati i loro nasi li guidano verso la fonte del cibo.

La differenza è notevole: sono guidati dall’odore del seno, non dall’odore del latte.
La scoperta, pubblicata su New Scientist, è stata effettuata da un gruppo di studiosi francesi del Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica di Digione guidati da Benoist Schaal.

Secondo i ricercatori il merito è delle piccole ghiandole – visibili a occhio nudo – sull’areola, intorno al capezzolo: appaiono come dei minuscoli rigonfiamenti e producono un liquido – la cui funzione, fino a oggi, si riteneva fosse esclusivamente quella di proteggere il capezzolo dalla “usura” provocata dalla suzione dei neonati – il cui odore sarebbe irresistibile per i piccoli, soprattutto quando affamati.

Incredibile… la natura cosa fa! Si è attrezzata per la dura legge della sopravvivenza? Probabilmente sì! E lo ha fatto anche molto meglio di quanto potessimo immaginare!

Non so voi, ma io sono affascinata da queste scoperte…

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

10 risposte a “Profumo di tetta: l’odore del seno materno rende irresistibile il latte per i neonati!

  1. Franco…battutaccia a parte..benvenuto tra noi!
    @Mattew…che fine hai fatto? ci mancano le tue perle di saggezza…
    @Cettina…come stai?????????????

  2. Si è vero il latte non c’entra niente. Io sono un uomo di 40 anni ed il capezzolo lo trovo ancora ad occhi chiusi….. Scherzo mamme:-)!!!!

  3. Ciao!ricordo benissimo che la mia seconda bimba dopo pochi minuti dalla nascita già ciucciava ed era stupendo come lo faceva in modo naturale!

  4. per me è stato ancora più stupefacente quando si sono attaccati appena dopo la nascita. ancora con gli occhietti mezzi chiusi sono andati tutti e due a colpo sicuro e hanno cominciato a ciucciare. non lo dimenticherò mai!

  5. Che bei ricordi… anche io a volte mi divertivo come te a giocare con Federico e lui si muoveva dietro al mio capezzolo, veramente come un radar, se lo scherzo si prolungava pero’ certi strilli….della serie lo scherzo e’ bello quando dura poco!!! Mi piace molto questa rcerca sopratutto l’idea che sia l’odore della tetta, quindi della mamma ad attrarre i nostri cuccioli… come e’perfetta la natura

  6. anche io pensavo al latte, ma anche se e’ la tetta…beh’, poco cambia, loro sono comunque dei radar!
    mia figlia i nbraccio a me cercava solo quella, con gli altri si calmava senza tetta…chissa’ come mai?!?!?!

  7. buongiorno Maria…buongiorno a tutte…
    anche io immaginavo che fosse l’odore del latte a guidare l’istinto dei nostri cuccioli…
    devo dire che Marco è nato troppo piccolo e non ce l’ha mai fatta a succhiare come si deve…pensavo di rifarmi con umberto, ma non è un grande estimatore… lo allatto ma il mio latte da solo non basta a saziarlo… fatto sta che ogni 3 ore siamo qui lui con la sua testolina affamata che si muove in mia direzione…ed io con gli occhi a cuoricini 🙂

  8. pietro era troppo pigro pure per spostarsi ho allattato a mozzichi e bocconi ( come si dice a roma) per 4 mesi, la sua tettarella preferita? quella del biberon poca fatica e tanto latte!!!

  9. Buongiorno,
    che bei ricordi Maria, sono passati soli 3anni ma sembra così lontano il tempo che il mio Luca mi cercava!!!
    P.S. se hai modo di salutare Rossella31, abbracciala da parte mia…
    Sonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *