Le neo-mamme che allattano cosa possono mangiare e cosa devono evitare?

Oggi voglio affrontare un argomento a me molto caro: l’alimentazione delle mamme in allattamento.
Quando ero incinta del primo nano, Marco, poiché non ero risultata immune alla toxoplasmosi, ho dovuto rinunciare per ben 9 mesi alle cose che mi piacevano di più: prosciutto, crudo, salame e tiramisù!
(Pensate che il giorno in cui ho partorito la mia amica Mirka mi ha portato in ospedale una vaschetta di tiramisù fatto da lei e io non solo l’ho mangiato tutto ma ho anche pulito la vaschetta con le dita!).

Quando finalmente è nato il mio re pensavo di essermi liberata di ogni privazione. E invece no. Mia madre, le zie e tutti quelli che mi venivano a trovare (e che dispensavano consigli di ogni genere ripescando anche tutti i detti popolari dal 500 A.C. ai giorni nostri!) hanno cominciato a dirmi che non dovevo mangiare carciofi, broccoli, cavolfiori, ceci, fagioli, cime di rape, formaggi stagionati, aglio, cipolla e una marea di altre cose, per evitare le coliche al piccolino.

Ovviamente una neo-mamma inesperta farebbe di tutto per far star bene la sua creatura. E quindi… dieta forzata!!

A dire la verità Marco non ha mai avuto una colica (ora so che è stata solo fortuna! In genere i bambini che allattano al seno sono meno soggetti alle coliche. Ma non mancano le eccezioni, e sono anche tante!).

Mia cognata ha partorito la sua bimba poco dopo rispetto a me e lei non si è mai fatta problemi, mangiava di tutto. Io la guardavo esterrefatta e pensavo: povera piccola chissà come soffrirà. Beh! Neanche sua figlia ha mai avuto una colica!

Ho imparato la lezione.
Così quando è nato Luca non mi sono privata di nulla. Ho mangiato tutto, ovviamente controllandomi sulle quantità. E mi regolavo di volta in volta. Se c’erano degli alimenti che gli facevano venire il mal di pancia, allora cercavo di limitarli o evitarli. Ma neppure Luca ha mai avuto una vera colica!

Questo per dirvi che chi allatta può mangiare di tutto. Deve seguire una alimentazione varia e bilanciata perché è proprio la varietà che garantisce un apporto sempre adeguato di tutti i nutrienti. Ovviamente, per quanto è possibile, deve privilegiare gli alimenti sani e genuini. E quindi a tavola non deve mancare frutta e verdura.

E’ vero che alcuni alimenti modificano il sapore del latte, ma ciò non significa che il bimbo non li gradisca. Se la mamma ha mangiato questi cibi anche durante la gravidanza il bimbo ha già imparato a conoscere quei sapori tramite il liquido amniotico.

La cosa importante dunque è osservare la reazione del bambino: se vedete che rifiuta la tetta o è infastidito… allora cercate di ridurre le porzioni di questo alimento al minimo, se proprio non volete rinunciarvi!

E la birra? “Bevila che fa latte!” mi consigliava mia madre. E anche questa cosa… non è vera.
Mio marito, scherzando, diceva sempre che questa frase l’ha inventata una neo-mamma tedesca ubriacona per non rinunciare al sorsetto di bionda!

La birra è alcolica quindi va consumata con grande moderazione, esattamente come il vino!

Insomma tutto… con misura!

Un’ultima cosa: in allattamento sicuramente avrete più fame e più sete. Assecondate le richieste del vostro corpo.

Bevete acqua per dissetarvi e fate qualche spuntino in più. Chi allatta in genere consuma circa 500-800 calorie in più al giorno!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

32 risposte a “Le neo-mamme che allattano cosa possono mangiare e cosa devono evitare?

  1. ciao a tutti….sono mamma del secondo bimbo…….cmq volevo dire ke e vero ke tante cose nn si possono mangiare :verdure di quasi tutti i generi,minestrone,ma mia madre ke una persona grande mi da dei consigli dicendomi ke cn il tempo di mangiare anke le verdure senza fare abbuso …..e io lo fatto del mio primo bimbo e nn avuto poblemi…..quindi e questione di abbituarla/o cn tutto sempre senza fare abbusi……..by meri 87

  2. Non so se voi avete notato la stessa cosa. Ma io quando allattavo mi facevo della grosse e grasse risate con la cacca della mia nanetta: se io mangiavo verdura… la sua cacca era verdissima, se mangiavo pasta era gialla, se mangiavo ragù era quasi arancione…
    Eppure il latte … è sempre bianco. Misteri della natura 😮

  3. ciao,
    in gravidanza causa toxo no affettati… causa nausa no ai Galletti del mulino bianco (ancora oggi mi provocano nausea…mah…)
    durante l’allattamento di tutto un pò… ma a causa della stitichezza del cucciolo mi sono mangiata tanta di quella verdura lessa che adesso ne io ne lui mangiamo…
    durante l’allattamento capivano al volo se avevo mangiato una fetta di salame… uffa un brufolo a me e un brufolo al nano.. e così anche durante l’allattamento il salame era bandito…

  4. bel post! finalmente qualcuno che scrive che in allattamento nulla (nella giusta misura) è vietato. io ho sempre bevuto anche il caffè ( e non decaiffeinato che proprio non tollero) e litri di the che alternavo all’acqua per avere più latte. risultato nessuna colica e minimi problemi di sonno. e la piccola ancora adesso non disdegna le su 2 “ciucciate” quotidiane.

  5. Premesso che non ho avuto la toxoplasmosi e pertanto in gravidanza ho dovuto stare attenta a quello che mangiavo, però a pensarci oggi, devo dire che non ricordo un gran sacrificio!
    In allattamento ho mangiato di tutto, la piccola ha avuto qualche colichetta, ma poche e non duravano tanto.
    Per gli alcolici.. purtroppo mi piacciono! ma ne sono intollerante, per questo al massimo un dito ogni tanto (sto parlando di un dito ogni 5/6 mesi!!!) e la birra (con grande vergogna di tutti gli amici e parenti!) solo quella analcolica!!! bah… a me piace!

  6. Proprio per sfatare il mito dei detti della nonna, ormai tutti dalla ginecologa, all’ostetrica ai giornali e libri specializzati sottolineano l’importanza di mangiare di tutto sia in gravidanza che in allattamento (ovviamente ocn le dovute attenzioni toxo ecc…).
    Poi io non posso certo vivere senza cavoli, cavoletti, broccoli e cipolla!!!! Ovviamente (o sarà solo coincidenza) il mio nano di 2 anni ne va matto!!!!!!
    Marika: concordo e apprezzo tantissimo il regalo di tuo marito!

  7. io ho avuto il trilogy ( il solitario me l’ha comprato dopo 2 mesi che stavamo insieme) ma proprio per l’ormone impazzito l’avrei ammazzato, non avevamo ancora le porte a casa c’è rimasto malissimo, ma non sono riuscita a trattenermi …. maria anche io avevo il brodo in tavola quando sono tornata dall’ospedale non l’ho più mangiato !!!!!!!!!!!!

  8. Buongiorno! Anch’io in gravidanza, non avendo fatto la toxo, mi sono astenuta dagli insaccati
    ecc……ed anche mio marito si è presentato in ospedale dopo la nascita dei miei piccoli con un bel paninozzo al salame!!! Mai gustato così tanto!!!
    Eh ggià, i sacrifici x diventare mamma iniziano già da lì!!! Ma nulla al paragone del dopo, vero ragazze??
    Per il resto ho sempre mangiato di tutto e non ci sono stati problemi.
    NB: ho allattato i piccoli fino a 12 mesi….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *