Un dolore sordo… quando si perde un bambino

Un attimo, un solo attimo e poi… non c’è più! In un solo secondo tutti i sogni si infrangono. La tristezza prende il sopravvento. I sensi di colpa seguono a ruota: avrò fatto qualcosa? Un movimento sbagliato? E poi la paura. Tanta. Di non riuscire più.
Un dolore sordo. Intimo. Profondo. Indescrivibile. Che rimane dentro… a vita.
Come dirlo a quello che doveva essere il futuro papà? E ai quelli che dovevano essere i futuri nonni? E al mondo intero?
Buio. Non hai voglia di parlare con nessuno. Non hai voglia di parlarne. Ma senti gli sguardi di tutti puntati addosso. Quel sentimento di compassione…insopportabile. Pensi: “Ma che cosa ne possono sapere loro?”.

Tutta quella felicità, immensa, infinita, di qualche giorno prima è svanita di colpo. E’ bastata una ecografia e una frase del ginecologo: “Non c’è più il battito”, per far naufragare tutti i sogni.

Eppure nella testa, come un bombardamento ininterrotto, si ripresentano tutte le scene: il test, le due striscette rosse, la faccia sbalordita, stupefatta e smarrita al tempo stesso del futuro papà.

Ormai quella vita che si era aggrappata con le unghie nel grembo era diventato l’unico pensiero. Il primo saluto al mattino. L’ultimo bacio prima di dormire.
Ed ora? Il vuoto. Il nulla.

E poi? Sul poi… non hai la forza per pensarci.
Solo il timore che possa riaccadere e la sicurezza di non essere in grado di sopportare ancora tanto dolore.

Silenzio.

Perché questo post? E’ accaduto ad una mia amica ultimamente. E a tante mie amiche prima di lei.
E’ successo anche a me. Più volte.

So che cosa si prova. Lo so, perché ci sono passata. Diversi anni fa.
E lo sanno in tante, tantissime. Più di quanto pensiamo.
Ma, e con questo non voglio essere retorica, non bisogna abbattersi. Bisogna guardare oltre. Essere ottimiste e convinte che la volta successiva sarà quella buona!
Sarà così!

In bocca al lupo a tutte coloro che stanno vivendo questa esperienza…

Se avete qualche secondo da spendere, vi consiglio di leggere l’articolo che la Psicologa amica, la dottoressa Francesca Santarelli, ha scritto per noi su questo tema. Vi assicuro che merita.
Ecco il link: “Il dolore di quando si perde un bambino….”

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

442 risposte a “Un dolore sordo… quando si perde un bambino

  1. La perdita di un figlio ti uccide, nessuno può capire il tuo dolore, forse in quel momento capisci di essere sola con te stessa perché tu vivi il dolore… Le persone sono insensibili … L unica speranza è che un giorno abbraccero’ il mio angelioletto…

    • Il 5 febbraio ho una lieve minaccia d aborto vado al ps e i medici mi dicono( mi dispiace ma non c’è più battito è probabile che si è trattato di arresto cardiaco)una gravidanza stupenda (ho altre 2 figlie e prima di loro ho avuto 2 aborti spontanei il 1 a 40 giorni ed il 2 a 6 settimane entrambi da subito non c era battito) con le altre 2 figlie all inizio ho avuto minacce d aborto poi sono stata a riposo ed è andato tutto bene,invece con quest altra gravidanza tutto ok dall inizio sentivo il mio piccolino/a muoversi dentro di me una gioia immensa poi quelle parole e ti crolla tutto addosso, il 6 febbraio ho partorito il mio bambino/a parto naturale perché era grandicello( 15 settimane) però si portava 1 settimana e 2 giorni avanti rispetto ai calcoli del ginecologo. E’ e sarà sempre il mio angioletto ancora non mi sono ripresa il dolore è forte, ma ci riproveremo e sarà proprio lui a ridarci la forza e la volontà di andare avanti.TI AMO MIO PICCOLO ANGELO…

  2. Ciao mamme scusate non vi ho più fatto sapere niente volevo dirvi che ora abbraccio il mio meraviglioso gabriel è nato il 24luglio tra un po fa già un anno…è bellissimo fare la mamma comunque gabriel è uguale a suo fratello Giorgio e so che lo protegge da lassù…mi manca molto e tutte le notti sono i miei figli che giocano insieme almeno da qualche parte possono stare insieme e io con tutti e due… Volevo ringraziarvi mamme perché questo sito mi è servito molto…anche se la ferita c e… Nonostante ho gabriel il due di ogni mese io vado in crisi non c e niente da fare e c e il mio pupo che come mi vede in quel modo mi vuole stare in braccio come se volesse lui le coccole ma invece è lui che le fa a me…io amo immensamente i miei figli anche se il primo non c e…e quando mi chiedono se gabriel è il primo io dico sempre no e il secondo perché io ho due figlio ho partorito due bellissime creature anche se il primo non è con me io ne ho fatti due e ne sono fiera… Grazie mamme grazie vi mando un grosso bacio e alle mamma che stanno vivendo la mia stessa esperienza dico non mollate mai è difficile e lo sarà per sempre ma provateci provateci ad averne ancora perché ne varrà la pena ritornerete a vivere !!!!un bacione

  3. Spero anch’io di incontrarla un giorno..per dirle che lo so,la vita a volte è ingiusta..fa schigo.
    Aurora se avessi potuto ti avrei tenuto in vita a tutti i costi..
    Aiutami da lassú

  4. Natasha…. anche la mia bimba si chiama Aurora, non l’ho mai vista ma so che lei mi vede e veglia su di noi e sui suoi fratelli. Un giorno finalmente ci incontreremo e potrò finalmente stringerla tra le mie braccia. Un abbraccio grande.

  5. Sono passati 7 mesi da quando ho perso la mia bimba e solo un mese dopo 1altra nascita in famiglia mi ha sconvolto.
    Ci sono state tante indelicatezze…e una mamma che non faceva altro che parlarmi di sua figlia dell’ asilo e l’evolversi dslla sua crescita.
    A volte scappavo via..tornando a casa piú infelice che mai.
    Non ho mai compreso perché asfissiarmi con tali argomenti senza quella delicatezza..anche solo di pensare “lei ha perso la bimba”
    Poi ho capito che certe persone sono semplicemente stupide e basta e guardano solo a loro.
    Vorrei dirti..mio angelo..che questa nuova nascita non getterá mai ombra su di te..per me,sei e sarai il “per sempre”piú grande di tutta la mia vita..di tutto l’infinito!!!
    C’é un luogo dove io e te esisteremo sempre..
    Per Aurora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *